Facciamo che per ora anche no..

Sabato mattina mi sveglio e mi preparo per andare al CUP a spostare le analisi del sangue che il Ranocchio dovrà eseguire in vista di un piccolo intervento agli occhi; lo scorso fine settimana la figliolanza è stata colpita dall’influenza e ora ci sono in mezzo pure io!

Mi lavo e mi vesto e saluto Ranocchia:

L: “Ranocchia ciao!! Vado in ospedale!!!”
R: “ciao Mamma!! Potti a casa n’altLo Ranocchio???”
L: “Emmmmm…….. ma proprio no!!!”

E non sia mai!!!!

Annunci

4 mesi

Il nostro ragazzone ha compiuto oggi 4 mesi e si cresce e si fanno passi da gigante. Da un po’ l’abbiamo trasferito in camera con la sorellina e devo dire che generalmente tendono a non svegliarsi a vicenda. Lui passa da tirate di tutta la notte ad uno o due risvegli ma che ultimamente mi pesano poco perchè comunque lo attacco al seno, mangia e poi crolla di nuovo, esattamente come faceva la sorella. Borbotta tantissimo, ha scoperto le manine e se le mangia continuamente, regala stupendi sorrisoni e osserva il mondo dall’alto della fascia o dell’ovetto con curiosità.

Oggi è stata una giornata di totally orgoglio mammesco visto che siamo stati ad un battesimo e il nostro piccolo è stato semplicemente bravissimo. O dormiva o stava sveglio a osservare il mondo senza proferir parola. Le volte che si è lamentato ha preso il suo latte, l’ho cambiato ed è ricrollato. Rispetto al festeggiato che poverino ha pianto tutto il tempo (e credo che sua mamma mi abbia pure un po’ odiata), a noi è andata di lusso!

Il mese prossimo tocca a noi, speriamo bene!

2 anni

Avrei voluto dedicarti un post il giorno preciso del tuo compleanno che è stato sabato scorso ma per una cosa o per l’altra non è stato possibile, soprattutto perchè quel giorno eravamo impegnati a viverlo tutti insieme.
Sabato hai compiuto 2 anni e in quest’ultimo periodo hai fatto un sacco di progressi e sono successe tante cose che ti hanno cambiata e che cambieranno il tuo percorso di vita. In primis è nato tuo fratello e so che a volte per te non è il massimo, nonostante tu sia ancora talmente piccola da non essere in grado di dircelo a parole.. però il tuo disagio si nota, come  si nota pure l’affetto che comunque provi per lui e credo che non scorderò mai il giorno in cui ti hanno portata in ospedale a vederci e quando la puericultrice si è portata via Ranocchio per la visita le sei corsa dietro piangendo e chiamandolo nel modo buffo in cui pronunciavi il suo nome.
Hai iniziato l’asilo nido con una facilità che mi ha quasi fatta rimanere male e ogni giorno vedo quanto ti piace andarci e questo mi rende immensamente felice, stai iniziando a parlare come si deve con tanto di frasi fatte; certo, storpi ancora le paroline a modo tuo ma sono cose che son certa che mi mancheranno quando inizierai a parlare bene.
Ogni giorno è una scoperta e un piccolo progresso fatto e sono felice che questa maternità mi stia donando anche la possibilità di passare più tempo insieme a te.
Sono cominciati i capricci e a volte ti appenderei da qualche parte e mi stenderi sul divano con cuffiette e ipod a ignorarti ma del resto i 2 anni sono appena cominciati…. Possiamo solo peggiorare!

2 anni e mi sembra ieri che nascevi con tutta la fretta di questo mondo e quell’impazienza per ogni cosa, ad oggi non l’hai persa; credo sarà un punto cardine del tuo carattere.

2 anni e non pensavo che i bambini potessero essere così carini in questo periodo.

2 anni di noi.

Tantissimi auguri mio “amore grande”.

37+1

Si procede e siamo ancora qui!

Passate buone feste? Noi non c’è male dai, abbiamo retto i bagordi natalizi, le varie cene e pranzi col parentado e le irrequietezze varie ed eventuali di uno scalmanato Ranocchio.

La vigilia abbiamo aperto la cartella in ospedale e tutto è al suo posto. Il piccolo pare non essere poi così piccolo, le stime lo danno oltre al 90° percentile del resto anche Ranocchia era una bella signorotta appena nata! Intanto abbiamo passato l’epoca in cui lei è nata, a quanto pare è vero che i mascoli son più attaccati a mamma rispetto alle femmine!! A me basta che aspetti altri 4 giorni poi sinceramente può fare quel che vuole sto ragazzotto, se è davvero così grande (la stima di peso era di 3,5 kg) noi lo attendiamo per inizio anno, in modo che non cresca un’esagerazione 😀

Ogni tanto si presenta qualche doloretto e allora mi butto a letto per cercare di placare le ire del piccolo vikingo (ve l’ho detto che ho il presentimento che nascerà biondino come il papà?) e così procediamo pian pianino verso la fine.

Stamane ho fatto le ultime analisi del sangue richieste dall’ospedale, saranno pronte per il 31 poi si spera di non vedere più un ago almeno per un annetto!!

Non siamo spariti…

In compenso era sparita la connessione internet, per tanto tanto tempo.

Vero che ora ci sono gli smartphone ma è anche vero che abitiamo in una zona così sfigata e in una casa con talmente tanto cemento (per l’antisismico) che il telefono prende (per le telefonate) solo in certi punti… Figuriamoci per la connessione!

E così siam rimasti senza telefono e adsl ma siamo ancora tutti vivi e vegeti.

Ranocchia ha passato un bel raffreddore con febbre che l’ha tenuta a casa mezza moribonda quasi una settimana. A me è toccato il raffreddore questa settimana ma sono già in fase di ripresa.

Mi sono tagliata i capelli cooooortiiiiiissssimmiiiiiiii in preparazione allo sgravo. Già ora non riuscivo più a tenerli. Tra la gravidanza, l’umidità, il mio mosso che non si capisce cosa sia e la quantità davvero importante i miei capelli passavano il tempo legati in una coda o chignon o cipollone. Che senso ha tenerli lunghi così? E così ho deciso: taglio radicale. Per ora son soddisfatta e se in futuro non lo sarò… beh…. fanno sempre in tempo a ricrescere.

Ranocchio tutto bene, è ancora al calduccio della panza e mi auguro che ci resti almeno per altre 3 settimane. Noi comunque siamo allertati e pronti. L’Ing. mi ha vietato giri lunghi in auto da sola, gli sforzi, abbiamo la valigia pronta in camera e la macchina sempre full di metano… Si sa mai.

30

Eccoci qui, 30 settimane. Ormai siamo avanti, sto finendo il settimo mese e quella che viene sarà l’ultima settimana settimana di lavoro. Quant’è volato il tempo? Mi sembra ieri che le due lineette del test di gravidanza si coloravano all’unisono nonostante avessi fatto solo uno sputo di pipì.

Attendo finalmente di riposarmi un po’ e dedicarmi di più alla panzotta e a Ranocchia che purtroppo fatico a gestire in questo periodo tra una cosa e l’altra. La panza ormai è grossa e inizia ad impedirmi di fare un po’ di cose o, se non proprio impedire, inizia a rendermele difficili.

In effetti col pancione ogni tanto mi sento un po’ come dire.. Menomata. Cose naturali come allacciarsi le scarpe, tagliarsi le unghie dei piedi, infilarsi gli stivali, avvicinarsi troppo allo specchio del bagno e depilarsi diventano un problema, qualcosa che addirittura ti procura il fiatone (levarsi degli stivali alti per esempio, e mamma mia…), fatico a dormire e non so come stare, complice anche il piccolo Ranocchio che ogni volta che decido di sdraiarmi inizia a fare dei salti da vero atleta, la vescica si è trasformata in un pungiball e qualsiasi cosa (non sto scherzando, parlo proprio di QUALSIASI cosa) mi procura un’acidità del demonio. Stavolta dal punto di vista nausea/vomito son stata fortunata ma in compenso ho avuto acidità di stomaco praticamente dal primo giorno di gravidanza.

La cosa buffa?

Passiamo la gravidanza a lamentarci di cosa non riusciamo a fare da panza-munite poi ecco che quando sgraviamo ne sentiamo la mancanza. Devo ricordarmi di venire a rileggere questo post quando sarà il momento!

Ranocchia procede benissimo con il nido; abbiamo avuto la riunione di sessione la scorsa settimana e tutte le tate son soddisfatte di lei, mangia pochino ma ho notato che anche a casa spesso sta diventando faticoso, complice l’uscita di premolari, canini e molari tutta insieme…. Purtroppo lei ha iniziato a mettere i dentini tardi e questa è la conseguenza. Stiamo iniziando il periodo di capricci & co. e  a volte gestirla diventa davvero difficile; spesso mi domando come sarà con due così ravvicinati ma non voglio fasciarmi la testa prima di essermela rotta, speriamo vada tutto bene.

Aggiorniamoci!

Uff.. Latito, latito e latito. Mi dispiace, davvero, ma sto facendo veramente fatica a seguire tutto quanto

Ottobre è stato un mese intenso.

La panza cresce e tanto, Ranocchio scalpita che è un brutto lavoro e già adesso sembra l’opposto della sorellina. Ranocchia scalciava quando avevo fame, Ranocchio scalpita dopo mangiato. Durante la gravidanza di Ranocchia ero la figlia spirituale del Dalai Lama, da quando aspetto Ranocchio sono isterica peggio di una zitella inacidita. Insomma… Se le premesse sono queste inzio ad avere paura di come sarà il signorino.

Per il resto tutto procede per il meglio. Ranocchia ha iniziato l’asilo e l’inserimento è stato lampo e indolore. Solo la prima mattina l’ho passata interamente con lei, dal giorno dopo abbiamo iniziato i distacchi che sono andati benissimo, non ha mai pianto e ad oggi continua così. Mercoledì abbiamo iniziato coi pasti e anche su quell’aspetto tutto è andato per il meglio, le maestre ogni mattina mi ripetono quanto sia buona e brava la mia bimba e io mi riempio d’orgoglio ogni volta.

Purtroppo ora abbiamo il naso chiuso e un po’ di raffreddore… Ehhhh… l’altra faccia della medaglia del nido. Speriamo passi presto.

Domani compie 18 mesi la mia piccola donnina mentre invece io ho compiuto i 32 proprio pochi giorni fa.

Continuo a lavorare ma ammetto di iniziare ad essere stanca e a contare i giorni che mi separano dalla maternità. Proprio oggi parlavo con la barista nel ristorantino dove mangio e quando le ho detto che oltre alla panza mi barcameno tra casa, uomo, Ranocchia e lavoro full time comprensivo di trasferta di 22 km totali tra andata e ritorno mi ha chiesto come faccio a gestire il tutto.. La risposta è che a volte non lo so nemmeno io come faccio. E’ dura davvero ma ora come ora non ho altre alternative. Speriamo di poterle costruire più avanti.