Stanchezza!!

Disclaimer: se siete mamme di bimbi piccoli e avete intenzione di cercarne un altro a breve beh.. Meglio non leggere forse!!

E poi… Quando finalmente un Ranocchio inizia un po’ regolarizzarsi col sonno e si sveglia per la poppata verso le 5/6 del mattino che sei quasi pronta a spostarl0 in cameretta nel lettino, succede che una Ranocchia, causa uscita dei molari con conseguente sederotto che pare un pezzo di carta vetrata e con un po’ di regressione causa arrivo del fratellino inizia a svegliarsi verso le 4.40 isterica perchè ha fatto la cacca (che non faceva più di notte dal tempo dei tempi) e perchè il sederino le fa male e vuole il biberon (che pure quello non lo prendeva più dal tempo dei tempi se non a colazione)..

E allora che fai? Te la porti nel lettone per cercare di calmarla con conseguente rosario di bestemmie dell’Ing. che deve svegliarsi per andare a lavorare. E mentre lei cerca di riposare a fatica si sveglia pure un Ranocchio famelico che brama la poppata e ci mette pure più del solito ad addormentarsi dopo. Quindi te ne torni a letto consegnando un biberon alla grande e cerchi di dormire almeno mezz’oretta perchè poi suonerà la sveglia e dovrai far in modo di infilare il Ranocchio in un posto a prova di luce e urla della sorellina perchè continui a dormire e preparare lei perchè i nonni verranno a prenderla per andare al nido e stranamente la preparazione riesce pure bene e Ranocchia se ne va felice coi nonni verso “aiiiiloooo aiiiloooooo”.

E dopo tutto questo tu, ingenua, pensi “ummm… Ranocchio ronfa alla grande quindi dai un altro po’ di sonno me lo riesco a fare..” e mentre stai partendo verso il mondo dei sogni al calduccio del lettone ecco che “NNNGGGGHHHHEEEEEEEE” un Ranocchio famelico si sveglia.

‘sto sonno evidentemente non s’ha da fare.

E sì, il secondo figlio non è la stessa cosa del primo; o per lo meno, i riposini non sono gli stessi.

Guardiamo il lato positivo!!

E’ un po’ di sere che Ranocchia si sveglia spesso. Cioè, in realtà non è che si sveglia, piange nel sonno perchè evidentemente si accorge di aver perso il ciuccio. Il tempo di alzarmi, ridarle il ciuccio e si riaddormenta. Peccato che questa cosa capiti più di una volta a notte con conseguenza che Ranocchia sballa tutti gli orari (infatti ultimamente non prende la poppata alle 7 ma un’ora dopo) e anche io resto a letto di più la mattina. Non ci sarebbe niente di male eh… Solo che il mese prossimo tornerò a lavoro e vorrei cercare di riabituarmi agli orari “lavorativi” anzi.. Dovrei iniziare a a svegliarmi prima del solito vecchio orario visto che oltre a preparare me stessa dovrò dare la poppata alla bimba e portarla dalla suocera.

E insomma, in queste due settimane va così.

Stanotte ci sono stati più risvegli; inutile dire che ero distrutta. Il tutto dura un attimo ma il problema è che io sono una persona che ci mette una vita a riaddormentarsi una volta rotto il momento di sonno quindi il totale delle ore dormite è poco. L’ultimo risveglio è stato stamattina presto, poco prima che suonasse la sveglia dell’Ing. Dopo l’infilata di ciuccio torno a letto crollando letteralmente.

L’Ing. era sveglio. Sente il mio accasciarmi sul letto e dice soltanto:

“Stanotte son stato svegliato dalle urla dell’UccelloPreistorico..” (UccelloPreistorico è il figlio piangente dei vicini di sopra. Si è meritato questo nomignolo perchè quando gioca col padre si sentono tonfi per tutta la casa e urla stile pterodattilo)

UccelloPreistorico ha un anno e mezzo e piange di notte svegliando genitori e vicinato da quando è nato.

In fondo a noi va di lusso.

Sospetti…

Ci avviamo verso il compimento del quarto mese della Ranocchia e, insieme al quarto mese, ci avviamo anche verso qualcosa di totalmente nuovo credo: la nascita dei primi dentini.

So che è presto per vederli spuntare ma so anche che può essere che inizino a dar noia a partire da questo periodo. Ultimamente Ranocchia è strana, diversa dal solito. E’ molto più lagnosa, piange senza motivo apparente, ha il sonno agitato e nelle ultime 3-4 notti ha pure ripreso a chiedere la poppata dell’alba; questo anche perchè, durante il giorno, mangia con meno foga e appetito, complici pure le mille distrazioni che porta il fare progressi. Basta che l’Ing. passi davanti a noi che lei ecco che si stacca e inizia a guardarsi intorno. Poi non fa altro che far schioccare la lingua contro le gengive superiori; a volte si stacca dalla tetta per compiere ripetutamente questi schiocchi. Ha sempre le mani in bocca, le titta, le mordicchia… Se le do i giochini infila di corsa in bocca anche quelli. Il ciuccio non lo vuole più, o meglio, lo prende, mordicchia la punta due secondi e quando vede che non riesce a tenerlo così (ovvero il ciuccio si infila in bocca com’è poi giusto che sia) lo sputa tutta stizzita. Prende il ciuccio solo quando si sta addormentando perchè la suzione prima di dormire ancora le garba. Inoltre ha ricominciato ad avere sporadici problemi intestinali sia sabato che stamattina siam dovuti intervenire con il sondino per via del pianto straziante.

Staremo a vedere se veramente di denti si tratta. Il mese scorso il pediatra privato mi aveva detto che era ancora presto e che le mani in bocca erano dovute all’inizio della propria esplorazione. Io, per tutta sicurezza, mi sono già munita di collanina d’ambra, ho sentito dire da più persone che aiuta molto; certo non farà miracoli ma se posso evitare almeno per i piccoli disagi le creme di farmacia, ben venga.

Progressi pannolineschi

Ieri notte abbiamo tentato.

Ho lasciato Ranocchia col pannolino lavabile tutta la notte, sperando che non si svegliasse sentendosi bagnata.

E’ andata bene. E stamattina il pannolino non era nemmeno particolarmente zuppo, solo un po’ umidiccio e la Rana si è svegliata alle 7 del mattino affamata, dopo che l’avevamo messa a letto verso mezzanotte (aveva preso il latte verso le 23).

Voglio ridurre all’osso l’utilizzo dell’UG. Ho iniziato ad usare i lavabili per le uscite corte e adesso pure per la notte.

Sono fiduciosa.

 

Stanotte…

Mi sveglio di botto a causa di un pianto/strillo disperato. Nel rincoglionimento post risveglio traumatico ci ho messo un po’ a capire che, fortunatamente, non era Ranocchia ma il bimbo di VicinoDiSopra che, probabilmente, sta mettendo su dei denti.. Questo tipo di risveglio è andato avanti quasi tutta la notte e ad un certo punto ho desiderato che si trattasse di mia figlia; almeno lei per ora se si sveglia lo fa per fame e, dopo la poppata, crolla come un sasso. E ho pure temuto che le urla la svegliassero visto che nei momenti in cui è prossima al risveglio basta pochissimo per turbare il suo sonno. E invece nada.

Ranocchia ha dormito bellamente fino a, penso, le 10 del mattino. O almeno… Noi abbiam dormito fino alle 10 finchè non l’abbiam sentita “parlottare”…. Andiamo di là in cameretta ed era tutta tranquilla, nel suo lettino ad occhi aperti e sgranati… Chissà da quanto tempo aspettava chiacchierando al vento! Che buffa la mia patatona 😀

Ranocchia vs. Rumore 1-0

Ieri siamo andati a cena alla festa del PD con la Ranocchia. Dopo la mangiata (in cui lei è stata davvero bravissima) abbiamo fatto un giretto e il moto del passeggino l’ha fatta addormentare. Siamo arrivati nella zona live in cui c’era il concertino di una band locale e siamo rimasti lì un po’ a dare un’occhiata… La pupetta non ha fatto una piega!! E non è la prima volta che la portiamo in posti dove suonano e lei continua a ronfare.. Si vede che ascoltare gli AC/DC a palla durante la gravidanza forse l’ha temprata.. Chissà!

Ieri sera la pupa si è addormentata dopo la poppata verso l’una e sapete a che ora si è risvegliata??? Alle 8 di stamattina!!!!

Ancora non ci credo!!!! Va beh, non mi illudo che ricapiti spesso che non si sa mai!

Di progressi e pannolini rosa..

Manca una settimanella al compimento del terzo mese di Ranocchia e ogni giorno è un progresso in più. Ultimamente ho notato che sbavezza tantissimo e per un attimo avevo pensato ai dentini ma è davvero troppo presto.. Beh adesso tiene sempre le manine in bocca e se non le ha in bocca ci gioca e le tiene raccolte una nell’altra: la tanto famigerata “esplorazione” mi sa. Tiene sotto controllo ogni movimento mio e dell’Ing. vigile e attenta e se mi allontano per troppo tempo mi reclama con un piantino che sa tanto di sceneggiata.. Mica scema! Ha iniziato a farci dei discorsini del tipo “ahhh ehhhh gaaaaa” e ci regala degli enormi sorrisoni!! Questa è la parte più bella!! Quando poi sorride a suo padre è troppo bello perchè lui si illumina! Credo che non aspettasse altro che un po’ di interazione con la figlia; la vede ancora molto dipendente dalla tetta della mamma e quindi meno “interessata” a lui ma vedere che la piccola risponde alle sue parole con dei sorrisi lo rende felice per non parlare poi dei nonni!! E’ sempre più grande e anche questo mese siamo vicine al kg in più, direi che ad andare al 19 ci arriveremo senza particolari problemi!
Col sonno si va a momenti, nel senso che ci sono notti in cui prende la sua poppata di mezzanotte, crolla e tira dritto fino alle 5-6 del mattino e altre, come la notte scorsa, in cui dopo la poppata rimane sveglia e farla addormentare è lunga, salvo poi risvegliarsi verso le 4 del mattino. Con le coliche non c’è male, sono sempre state un problema minore rispetto al rigurgito anche se ho notato che ultimamente fa un po’ fatica a scaricarsi prima della cena e allora piange.. Ogni tanto c’è bisogno del sondino ma i più delle volte riesce a liberarsi da sola per fortuna. Come dicevo prima, la lotta più grande è col rigurgito, forse perchè a volte mi spaventa. Spesso c’è il classico rigurgitino costituito da un rivoletto e nulla più ma a volte parte il rigurgito a getto e ammetto di prendermi dei begli spaventi anche se, come mi ha detto la pediatra, se la crescita procede bene e dopo il getto la piccola è tranquilla e richiede il suo latte è tutto fisiologico, per fortuna è ancora così; si cresce alla grande anzi!

Coi pannolini lavabili ormai abbiamo ingranato e diciamo che questo clima torrido aiuta abbastanza (almeno in questo!!). Quando ho acquistato i kit ne ho presi di due tipi: un kit “one-size” in cotone organico 100% che sono pannolini in cotone taglia unica (tipo asciugamano) e relativo inserto a cui si abbinano delle mutandine impermeabili a taglie (2 per taglia bastano) e un kit di “easy-fix pocket”  taglia unica, che sono dei pannolini tipo gli UG tutto in uno, la parte interna in tessuto tecnico con una tasca per inserto in cotone e l’esterno impermeabile. Ammetto che all’inizio mi sono trovata molto meglio con i pannolini one-size perchè aderivano perfettamente alle gambine di Ranocchia impedendo le fuoriuscite, questo credo, per via della mutandina taglia S. Con i pocket invece, che sono totalmente taglia unica, l’aderenza i primi tempi era minore e avevo un sacco di fuoriuscite.  Ranocchia era ancora piccolina e forse l’assorbenza non era ancora al top con solo i 3 prelavaggi; adesso, tra lavaggi su lavaggi che aumentano l’assorbenza e la crescita della piccola va decisamente meglio! Vorrei aggiungere anche, per chi pensa che non ci sia risparmio coi lavabili perchè si aumentano le lavatrici da fare, che non è assolutamente vero. Io lavo i pannolini con altri bianchi (gli asciugamani che uso sul fasciatoio, le magliette della salute dell’Ing., le lenzuola) e dei due forse ho migliorato il mio metodo di lavare dato che ho una lavatrice con carico massimo di 7kg e che non riempivo mai neanche per metà dato che eravamo solo in due. Il prelavaggio non è una cosa così terribile considerando che il 90% dello sporco lo trattiene il velo che si butta, io passo semplicemente il pannolino e l’inserto sotto l’acqua dandogli un colpo con una spazzolina in setole naturali e poi stendo il tutto: il miglior smacchiatore di sempre! Mezz’oretta al sole e le macchie spariscono quasi del tutto, non ci credevo quando ci ho provato la prima volta! Sparite le macchie ho il secchio apposta dove accumulo un po’ di pannolini e appena ne ho abbastanza e ho qualche bianco (facile, l’Ing. utilizza una maglietta al giorno più vari ed eventuali fazzoletti, mutande ecc) sbatto tutto in lavatrice a 60° con la pallina piena di bicarbonato, smacchiatore all’ossigeno naturale, poco detersivo bio, olio essenziale al limone (profumazione!) e aceto bianco al posto dell’ammorbidente nella vaschetta e via! L’altro giorno però ho avuto un piccolo inconveniente: ho messo a lavare i pannolini con un tappettino rosso, avendolo lavato tante altre volte ho pensato che non avrebbe perso colore.. Peccato che altre volte l’avessi lavato a 40° e non a 60… Risultato: ora ho un po’ di pannolini e inserti rosa!!! Beh, menomale che ho una figlia femmina! Per le uscite e per la notte uso ancora gli UG perchè la piccola fa un sacco di pipì e la sensazione “umida” del lavabile probabilmente la farebbe svegliare, quando sarà un pochino più grande e regolata proverò a lasciarle i lavabili per dormire. Consiglio vivamente i pannolini “Tojours” della LIDL in fatto di UG, sono super-assorbenti, senza coloranti (niente interni colorati), morbidi e soprattutto economici: 8,99 euro per 56 pannolini.. Niente male! Come si dice qua da noi: poca spesa, massima resa!