10 mesi…

Di una Ranocchia in crescita costante! Sempre pigrotta, sempre rilassata,  che fa le cose con calma ma sempre più grande.

E oggi abbiamo festeggiato assaggiando il gelato!!

E’ una mangiona da competizione, i dentini son sempre due (ancora degli incisivi superiori non si vede nessuna traccia ma arriveranno) ma comunque non fermano la piccola che vuole mangiare di tutto e di più, soprattutto quello che mangiamo noi. Con le paroline ancora nulla di sensato, inizia ad indicare cose e persone, gattona col sedere (niente gattonamento “classico”), ha iniziato a tirarsi su a sedere se è sdraiata sulla pancia e cerca di appendersi al divano con le braccia per tirarsi su anche se ancora non riesce. Nell’ultimo mese ha fatto passi da gigante in questo senso considerando la sua pigrizia.

Qualche giorno fa mi è caduta dal letto e mi son presa un bello spavento!! Se non altro stava bene e ha smesso di piangere pochi minuti dopo averla presa in braccio. Sta imparando la sottile arte del capriccio ma, nel mio piccolo, cerco di non darle soddisfazione. Non posso dire lo stesso della nonna ma va beh… Purtroppo non si può controllare tutto, soprattutto quando si lavora!

Ha preso abbastanza bene il mio rientro in ufficio, forse complice anche la sorta di inserimento che abbiamo fatto dalla nonna. Abbiamo passato e superato abbastanza bene il nostro primo raffreddore anche se una povera Ranocchia catarrosa mi ha vomitato addosso (o sulle lenzuola del suo letto, sulle lenzuola del mio, sull’Ing… a scelta insomma) per una settimanina.. Ma insomma, ora stiamo bene!

Ora siamo in attesa del richiamo del vaccino e temo che pure lì ne vedremo delle belle!

8 mesi…

Ed eccoci qui all’ottavo mesiversario di Ranocchia.. Non vi sto ad ammorbare ma insomma, mi sembra che il tempo sia davvero volato! A quest’ora, il mese prossimo sarò già rientrata a lavoro e mi fa davvero strano pensarci ma cerco di imparare a convivere col pensiero in modo da essere preparata.

Questo mese è stato pieno di piccoli progressi: l’arrivo delle pernacchie che si presentano anche durante il momento della pappa con tanto di schizzi sui miei vestiti, la lallazione sempre più persistente, più capriccetti del solito e, ultimo ma non per questo meno importante, l’arrivo del primo dentino!!! Ehhh sì, dopo mesi in cui pensavamo che fosse in arrivo, l’altro giorno, dopo diversi episodi di inappetenza e sbavezzamenti da pitbull ho toccato la gengiva di Ranocchia col mignolo ed ecco lì una puntina! Ancora non si vede ma si sente benissimo e mi auguro che i prossimi denti seguano questo qui il più presto possibile.

Intanto si avvicina il primo natale insieme. I miei genitori ci hanno fatto il loro regalo ovvero il seggiolino per la mia auto, cosa di cui avevo assolutamente bisogno visto che nell’ovetto con la giacca a vento Ranocchia ci sta tutta stretta e faticavo non poco ad allacciarla. Avevo sollecitato più volte all’Ing. il bisogno del seggiolino visto il problema strettezza e le cinture tirate ormai al massimo ma lui da vero “brazzette” (come i liguri definiscono i tirchi) aveva insistito a dire che Ranocchia sarebbe stata bene nell’ovetto ancora un altro mese. La settimana scorsa mia sorella è venuta con me a fare acquisti natalizi e ha notato le enormi difficoltà a legare Ranocchia e le sue scenate di pianto a causa della strettezza e l’ha prontamente riferito ai miei genitori (che sono all’estero) via skype. Loro le han detto subito di acquistare il seggiolino per loro conto come regalo di natale e io sono stata ben felice di andare a sceglierlo il giorno dopo. Inizialmente ero propensa ad acquistare un seggiolino 9-36 kg, di quelli con la base che si stacca per poterla utilizzare in seguito ma poi mi è venuto il dubbio che in questo modo il seggiolino non si potesse utilizzare in contemporanea con la base nel caso dell’arrivo di un eventuale fratellino/sorellina a breve per cui alla fine ho optato per il gruppo 0-18. Essendo strafelice del mio passeggino bebè confort e avendo avuto un colpo di fortuna a trovare in negozio il seggiolino ISEOS in offerta, abbiamo comprato quello. Adesso sto aspettando con impazienza che l’Ing. me lo monti in modo da rendere la vita in auto più facile alla piccola.

Con la pappa, a parte i momenti di inappetenza dovuti probabilmente all’uscita dei denti, andiamo benone. Abbiamo iniziato con lo yogurt e con la variazione della pappa. Di tanto in tanto le preparo vellutate di singole verdure, le faccio sentire le cose che mangiamo noi: adora le croste di pizza, il gnocco e le tigelle, da vera emiliana D.O.C.  Abbiamo passato i 9 kg e siamo sempre più lunghe, al punto da usare per lo più tutine taglia 12M.

Il mio latte c’è ancora. Mattina, metà mattina e prima della nanna. Di tanto in tanto sostituisco la poppata di metà mattina con un biberon in modo da abituarla anche al latte artificiale perchè mi sono resa conto che il latte mi basta giusto per le poppate che faccio, spesso dopo la poppata Ranocchia piange e comunque col rientro a lavoro imminente la suocerà dovrà darle LA visto che son certa di non avere abbastanza latte da tirare.

Col sonno si va a momenti; nel senso che ci sono sere in cui si sveglia qualche volta e altre in cui non prende sonno prima delle 22-23 ma tutto sommato va benone, diciamo che eravamo solo abituati bene.

I progressi motori….. Mah. Cerchiamo di farle fare esercizio tutti i giorni ma è davvero dura. Però ho notato che inizia a tollerare la posizione pancia in giù e inizia a piangere sempre più tardi. Tutto ciò fa ben sperare per quanto riguarda il gattonare. Vedremo..

Nel complesso siamo soddisfatti dai 🙂

Dolci “inganni”..

Dunque, ieri siamo andate a fare il tagliando dei sei mesi e mezzo. Tutto perfetto! Il percentile di altezza è massimo, il peso è sceso da massimo a nella norma. Stangona Ranocchia!!!

Come al solito mi sono recata dalla Peddy col mio blocco note mentale di domande e stranamente non mi sono dimenticata le più importanti. Stiamo bene, siamo grandi e lunghe, parliamo parecchio (la pediatra: “la bambina inizia a ‘parlottare’?” e non ho fatto in tempo a risponderle che mentre la stava visitando Ranocchia ha iniziato coi suoi “aeemma agaaaahhaammmaaaeeeeehhhh”) e stiamo sedute benone. Le ho accennato la mia preoccupazione per il fatto che pianga sempre come una disperata a pancia in giù ma mi ha detto che adesso che inizia ad avere un po’ di equilibrio (da pochi giorni in realtà) migliorerà. Le ho accennato del vomito ogni volta che si sforza troppo da seduta ma quello dipende dal solito RGE che, a quanto pare, per ora non ha intenzione di abbandonarci nonostante sia molto migliorato con l’introduzione del cibo.

Abbiamo avuto il via libera alla pappa serale! Anche perchè, onestamente, Ranocchia arrivava a sera affamata e spesso una sola poppata non bastava! Ieri abbiamo appunto tentato e la ragazza si è spazzolata con gusto tutto ciò che era nel piatto… Su questo frangente non mi delude mai o quasi.. Ultimamente di frutta praticamente non ne voleva sapere. L’ho accennato alla Peddy che mi ha detto “prova a metterle qualche biscotto tritato nell’omo, magari con un sapore diverso la prende più volentieri….”

Oggi sono stata in Coop a comprare i biscotti per bimbi, scoprendo che quei famoooosiiiii biscottini che mangiavo pure io da piccola costano 5 volte più dei Crescendo e con confezione più piccola!! E li mortacci aò… Va bene la marca famosa e storica ma porca paletta… Ho optato per i Crescendo visto che fino ad ora tutto quello che ho comprato di quella marca (dai prodotti per mangiare, alle creme e agli omo di frutta) non mi ha mai delusa. Mi sono armata di tritatutto e ho sminuzzato per bene due biscotti mettendoli nell’omo. Prima però, visto che gli incisivi inferiori sono in uscita (ebbene sì!!! La Peddy ce l’ha finalmente confermato!!) ho provato a darle un biscotto da solo…. Ne ha praticamente mangiato metà (tenendolo in bocca e mordicchiandolo finchè non si scioglieva) O_O

Poi ho provato a darle l’omo “biscottato” e….. Se l’è mangiato tutto OOOO____OOOO

Ottimo inganno per mangiare un po’ di frutta no? Buono buono a sapersi!

Di svezzamenti soddisfacenti..

Ebbene sì, stiamo ingranando. Non ho una figlia ma bensì una fossa biologica che si sbafa tutto ciò che le metto davanti.

La pappetta con brodo e crema a caso le piaciucchiava, con le verdure le piaceva pure di più e abbiamo già testato 3 tipi di carne (tacchino, coniglio e vitellone), prima con piccoli assaggi e ora con grande successo, soprattutto il coniglio che, a quanto pare, le piace veramente tanto. Sarà anche che i primi tempi non avevo dimestichezza con le creme varie e riuscivano sempre a farmi i grumi.. Adesso mescolo tutto con una frusta manuale e finalmente la pappa ha la consistenza che dovrebbe avere!

A breve cominceremo pure con quella della sera, latte ce n’è ancora ma inizia ad essere decisamente di meno rispetto al periodo “tetta di granito”.. Da un lato non mi dispiace per niente, finalmente riesco a dormire a pancia in giù senza svegliarmi dal dolore!

Di prime pappe..

E visto che la ragazza ogni volta che mangiamo ci guarda con la faccia da squalo, abbiamo deciso di anticipare la prima pappa. Abbiamo provato ieri sera (mi son tenuta la prima pappa per cena in modo che pure l’Ing. fosse presente armato di digitale per immortalare il momento) e con buoni risultati.

Dopo il primo assaggio con tanto di faccia tipo “ma che cazz..” è seguita la curiosità e da lì pure la fame. Ne ha mangiata più della metà con entusiasmo e appetito ma poi il sonno ha avuto la meglio. Comunque la pediatra suggeriva “sostituire una poppata con una pappa” e Ranocchia ingorda ha voluto pure i suoi 20 minuti di tetta, perchè quando ha sonno, evidentemente, poppare gli riesce meglio!

A breve ci prepariamo e andiamo a comprare tutto l’occorrente per preparare il brodino vegetale e da oggi iniziamo con la pappa a pranzo tutti i giorni, devo iniziare a pensare seriamente a svezzarla quasi del tutto (almeno pranzo e cena) ad andare a metà gennaio, periodo in cui inizierò nuovamente a lavorare, so che mancano ancora tre mesi ma sto già pensando al mio allattamento e a come farò, considerando che anche facendo 6 ore starò fuori casa dalle 8 del mattino fino ad almeno le 16.30. Potrei cercare di tirarmi il latte anche a lavoro durante la pausa ma chissà.. Forse mi toccherà archiviare l’allattamento al seno visti i problemi logistici. Vedremo quando arriverà quel giorno, sicuramente per adesso procedo, le poppate che elimino me le tiro in modo da non perdere la produzione e per adesso stiamo andando bene. Speriamo di continuare così.

La frutta.

E fu così, che dopo la febbre post-vaccino (ehhh sì, stavolta non ci siamo schivati i terribili effetti collaterali) arrivò pure l’introduzione regolare della frutta. Ammetto di essere una mamma un po’ degenere, arrivata all’introduzione della frutta ancora non avevo comprato l’occorrente per lo svezzamento (piattini, posate, scodelle ecc…) e così ho tentato di rifilare alla Ranocchia la frutta con il cucchiaino normale. La verità è che la piccola sembrava gradire i sapori ma faceva abbastanza fatica.

Ieri, mi sono finalmente ricordata di portare con me a far spesa il buono per i neo-genitori che ci è stato dato quando è nata Ranocchia e con quello ho fatto i dovuti acquisti!! Ho preso le creme che ci serviranno per la pappa (riso, riso mais e tapioca, cereali misti.. tutto bio!), le posatine, le scodelle, un piattino con ventosa, un bibe grande (per più avanti..) e la grattugia per la mela (che con il minipimer non viene frullata come vorrei) e soprattutto LUI: un bel cucchiaino in silicone.

Ieri dopo aver frullato per bene mezza pera, l’ho messa in una scodellina e l’ho servita a Ranocchia col cucchiaino nuovo fiammante… Avreste dovuto vederla!!! Si buttava su di lui come un falco!!! Si è spazzolata tutta la mezza pera (di solito lasciava sempre lì almeno metà scodella) e dopo ha voluto pure la tetta!!!

Ho così deciso di iniziare a frullare/grattuggiare un frutto intero e darglielo sia a metà mattina che a metà pomeriggio. Sono felice che gradisca ma un po’ me lo sentivo.. Questa è ‘na magnona, l’avevo già notato 😀

E così, insieme all’introduzione della frutta è arrivata pure la cacchina più solida. Ve lo devo spiegare come sono contenta??? Per una che utilizza pannolini lavabili la cacca solida è una mano santa!! Oggi infatti ho fatto due cambi pannolo facili facili, il grosso è rimasto tutto nella velina e sul pannolino c’era solo l’alone giallo, per quello basta sciacquare, passarci un po’ la spazzolina e mettere pannolino e/o inserto al sole per una decina di minuti et voilà!! Pannolo smacchiato!

Adesso aspetto con ansia il 20, giornata in cui ho deciso di iniziare con la pappa a pranzo. Son davvero curiosa di vedere come andrà!

 

p.s.: mia modesta opinione, quelle dicerie sul fatto che la pappa frullata in casa faccia stare male i bambini perchè contiene aria che fa venire le coliche sono solo propaganda pro-acquisto di omogeneizzati messa in giro dalle case produttrici o dai distributori di macchine per liofilizzare/omogeneizzare. Il frullatore farà dell’aria ma appena metti la pappa nella scodella l’aria sparisce e a cinque/sei mesi le coliche del neonato in genere stanno già scomparendo. Io resto dell’opinione che le famose coliche gassose siano dovute più alla maturazione di stomaco e intestino che non a ciò che si mangia.