Una cosa che sicuramente farò presto….

Sarà quella di recensire accuratamente tutti i tipi di pannolino lavabile & prodotti correlati che sto testando da quando è nata Ranocchia. Di tutte le blogger mamme con cui mi scrivo, solo due utilizzano i lavabili ma queste recensioni potrebbero essere utili alle future mamme che vogliono avvicinarsi a quest’universo. Certo, come dicono anche sul sito di nonsolociripà (che a me è stato molto utile per entrare nel mondo lavabile), ogni bambino è a se e, se noi ci siamo trovati bene con una tipologia di pannolino, non è detto che sia la stessa cosa per altri ma sicuramente per farsi un’idea di come funzionano e come sono fatti, una recensione non può che aiutare!

Attendo solo l’ultimo modello ordinato per testarlo e poi finalmente pubblicherò!

E dopo i pannolini lavabili..

Son pronta ad andare a prendere anche i costumini!!!

Purtroppo con i pannolini da piscina UG mi sono trovata molto male, non riesco a trovare le taglie!!! i Libero a mutanda li trovo solo dagli 11 kg in su e gli Huggies o piccoli o enormi!! Cioè.. i piccoli sono fino ai 7kg e son quelli che ho provato ma alla Ranocchia, nonostante pesi poco più di 6 kg vanno minuscoli e non si chiudono bene!! E poi, dopo l’esperienza coi pannolini Huggies che mi hanno regalato dopo il parto, di questa marca proprio non mi fido.. Dico solo che tengono 1000 volte meglio i lavabili!!! E visto che anche se non vengono sporcati son da buttare via ed è una cosa che mi dispiace davvero tanto dal punto di vista ambientale, ecco che ho deciso di passare al costume contenitivo, almeno se lo usi e non si “riempie” basta dargli una lavata e si può riutilizzare!

A proposito di lavabili, dopo l’esperienza che va a momenti con i pannolini tipo pocket ho provato un nuovo modello per curiosità, sempre di quelli pannolino taglia unica + mutanda: l’ultrafit. L’ho testato proprio un paio di giorni fa, dopo avergli fatto i tre prelavaggi e devo dire che mi sono trovata da dio e mi sono ricreduta sulla chiusura a velcro (io ho comprato tutti i lavabili coi bottoncini per la paura che il velcro si rovinasse ma mi rendo conto che questo tipo di chiusura permette un’aderenza migliore del pannolo alle gambe e alla vita). Credo che quando andrò a prendere il costumino contenitivo nel mio negozietto di articoli naturali e bio, acquisterò almeno altri due di questi pannolini perchè mi piacciono davvero un sacco! E ovviamente la collanina d’ambra, tra un po’ mi sa che ne avremo bisogno!

Di progressi e pannolini rosa..

Manca una settimanella al compimento del terzo mese di Ranocchia e ogni giorno è un progresso in più. Ultimamente ho notato che sbavezza tantissimo e per un attimo avevo pensato ai dentini ma è davvero troppo presto.. Beh adesso tiene sempre le manine in bocca e se non le ha in bocca ci gioca e le tiene raccolte una nell’altra: la tanto famigerata “esplorazione” mi sa. Tiene sotto controllo ogni movimento mio e dell’Ing. vigile e attenta e se mi allontano per troppo tempo mi reclama con un piantino che sa tanto di sceneggiata.. Mica scema! Ha iniziato a farci dei discorsini del tipo “ahhh ehhhh gaaaaa” e ci regala degli enormi sorrisoni!! Questa è la parte più bella!! Quando poi sorride a suo padre è troppo bello perchè lui si illumina! Credo che non aspettasse altro che un po’ di interazione con la figlia; la vede ancora molto dipendente dalla tetta della mamma e quindi meno “interessata” a lui ma vedere che la piccola risponde alle sue parole con dei sorrisi lo rende felice per non parlare poi dei nonni!! E’ sempre più grande e anche questo mese siamo vicine al kg in più, direi che ad andare al 19 ci arriveremo senza particolari problemi!
Col sonno si va a momenti, nel senso che ci sono notti in cui prende la sua poppata di mezzanotte, crolla e tira dritto fino alle 5-6 del mattino e altre, come la notte scorsa, in cui dopo la poppata rimane sveglia e farla addormentare è lunga, salvo poi risvegliarsi verso le 4 del mattino. Con le coliche non c’è male, sono sempre state un problema minore rispetto al rigurgito anche se ho notato che ultimamente fa un po’ fatica a scaricarsi prima della cena e allora piange.. Ogni tanto c’è bisogno del sondino ma i più delle volte riesce a liberarsi da sola per fortuna. Come dicevo prima, la lotta più grande è col rigurgito, forse perchè a volte mi spaventa. Spesso c’è il classico rigurgitino costituito da un rivoletto e nulla più ma a volte parte il rigurgito a getto e ammetto di prendermi dei begli spaventi anche se, come mi ha detto la pediatra, se la crescita procede bene e dopo il getto la piccola è tranquilla e richiede il suo latte è tutto fisiologico, per fortuna è ancora così; si cresce alla grande anzi!

Coi pannolini lavabili ormai abbiamo ingranato e diciamo che questo clima torrido aiuta abbastanza (almeno in questo!!). Quando ho acquistato i kit ne ho presi di due tipi: un kit “one-size” in cotone organico 100% che sono pannolini in cotone taglia unica (tipo asciugamano) e relativo inserto a cui si abbinano delle mutandine impermeabili a taglie (2 per taglia bastano) e un kit di “easy-fix pocket”  taglia unica, che sono dei pannolini tipo gli UG tutto in uno, la parte interna in tessuto tecnico con una tasca per inserto in cotone e l’esterno impermeabile. Ammetto che all’inizio mi sono trovata molto meglio con i pannolini one-size perchè aderivano perfettamente alle gambine di Ranocchia impedendo le fuoriuscite, questo credo, per via della mutandina taglia S. Con i pocket invece, che sono totalmente taglia unica, l’aderenza i primi tempi era minore e avevo un sacco di fuoriuscite.  Ranocchia era ancora piccolina e forse l’assorbenza non era ancora al top con solo i 3 prelavaggi; adesso, tra lavaggi su lavaggi che aumentano l’assorbenza e la crescita della piccola va decisamente meglio! Vorrei aggiungere anche, per chi pensa che non ci sia risparmio coi lavabili perchè si aumentano le lavatrici da fare, che non è assolutamente vero. Io lavo i pannolini con altri bianchi (gli asciugamani che uso sul fasciatoio, le magliette della salute dell’Ing., le lenzuola) e dei due forse ho migliorato il mio metodo di lavare dato che ho una lavatrice con carico massimo di 7kg e che non riempivo mai neanche per metà dato che eravamo solo in due. Il prelavaggio non è una cosa così terribile considerando che il 90% dello sporco lo trattiene il velo che si butta, io passo semplicemente il pannolino e l’inserto sotto l’acqua dandogli un colpo con una spazzolina in setole naturali e poi stendo il tutto: il miglior smacchiatore di sempre! Mezz’oretta al sole e le macchie spariscono quasi del tutto, non ci credevo quando ci ho provato la prima volta! Sparite le macchie ho il secchio apposta dove accumulo un po’ di pannolini e appena ne ho abbastanza e ho qualche bianco (facile, l’Ing. utilizza una maglietta al giorno più vari ed eventuali fazzoletti, mutande ecc) sbatto tutto in lavatrice a 60° con la pallina piena di bicarbonato, smacchiatore all’ossigeno naturale, poco detersivo bio, olio essenziale al limone (profumazione!) e aceto bianco al posto dell’ammorbidente nella vaschetta e via! L’altro giorno però ho avuto un piccolo inconveniente: ho messo a lavare i pannolini con un tappettino rosso, avendolo lavato tante altre volte ho pensato che non avrebbe perso colore.. Peccato che altre volte l’avessi lavato a 40° e non a 60… Risultato: ora ho un po’ di pannolini e inserti rosa!!! Beh, menomale che ho una figlia femmina! Per le uscite e per la notte uso ancora gli UG perchè la piccola fa un sacco di pipì e la sensazione “umida” del lavabile probabilmente la farebbe svegliare, quando sarà un pochino più grande e regolata proverò a lasciarle i lavabili per dormire. Consiglio vivamente i pannolini “Tojours” della LIDL in fatto di UG, sono super-assorbenti, senza coloranti (niente interni colorati), morbidi e soprattutto economici: 8,99 euro per 56 pannolini.. Niente male! Come si dice qua da noi: poca spesa, massima resa!