Bilancio dei due mesi e un meritato tentativo di relax…

Ultimamente latito. Non nel senso dei post che scrivo, qualcosa di veloce riesco sempre a postarlo. Ma ho poco tempo per commentare qui e nei vostri blog e per questo chiedo scusa. In questo momento mi sto godendo un meritato attimo in casa da sola dopo una giornata intensa. Suocera ha telefonato chiedendo all’Ing. di andare da loro in quanto era in crisi d’astinenza da Ranocchia, io però non sono per niente in crisi d’astinenza da Suocera anzi, sto così bene qui in casa che ho pregato l’Ing. di andarci da solo con la bimba in modo da accontentare entrambe. Ahhhhhhhhhhhhh da quanto tempo non stavo qui in solitudine!!!

Sono stanca. Non potevo farcela ne fisicamente ne psicologicamente ad affrontare il terzo grado sulla bambina di Suocera e poi ho il terrore. Terrore perchè i miei genitori sono partiti e ora che non vado da loro non avrò più scuse per evitare una qualche visita dai suoceri con la bimba, terrore perchè ho prenotato l’appartamento al mare tre settimane di cui l’ultima, se i miei non rientrano  in tempo, da fare solo io e Ranocchia e lei potrebbe “offrirsi gentilmente” di accompagnarmi e insomma.. Anche no.

Poi lo so che lei vuole bene alla piccola, che è gentile, che avrò bisogno di lei quando tornerò a lavorare e che, probabilmente, sarà la “vera” nonna di mia figlia se i miei continueranno a fare i nomadi tra due continenti.

Però….

Però non è mia madre. E ha degli atteggiamenti che non riesco a sopportare; e non ci riesco perchè semplicemente non ci sono abituata visto che i miei genitori si comportano in maniere totalmente distinte. Non è cattiveria. Sono solo modi di vivere diversi. Mi auguro che non si senta offesa per il mio non essere andata ma proprio non potevo farcela. Che poi alla fine quando siamo noi due o noi due e Cognatona andiamo pure bene ma quando ci sono anche Suocero, Ing. e Cognatone assume quegli atteggiamenti che davvero mi danno noia. Bah. Secondo me sarà contenta, almeno non avrà me che la guardo in modalità “falco” appena si butta sulla bambina.

Oggi, come dicevo, è stata una giornata intensa. Tanto per iniziare abbiamo avuto il controllo mensile pre-vaccino che è andato benissimo. Ranocchia dal mese scorso ha preso 1,270 kg e 3 cm di lunghezza. E’ coscialunga, infatti la lunghezza è sopra la norma , del resto lo diceva pure la GineCapò quando mi faceva l’ecografia! La pediatra era soddisfatta, mi ha detto cosa fare nel caso il vaccino dia noia e poi mi ha detto ciò che volevo sentirmi dire: dopo il vaccino potrò iniziare a portare la Ranocchia in piscina.. Evvai!!!! Son proprio soddisfatta del controllo, la mia gigantona cresce bene solo col mio latte e sono felice. La pediatra ha anche detto che per il prossimo controllo, in concomitanza col prossimo richiamo del vaccino, introdurremo la frutta nell’alimentazione della piccola.. La sua crescita mi sembra così veloce, mammamia!!!

Dopo la visita mi sono trovata al parco della polisportiva con due mamme del corso pre-parto e i rispettivi pargoli, è stato carino, abbiamo fatto tante chiacchiere sui bambini, su di noi e siamo rimaste d’accordo di ripetere al più presto; tanto siamo tutte a casa da sole coi bimbi e mettere a confronto le nostre esperienze è un ottimo metodo per farci compagnia! Sono davvero felice di aver frequentato il corso, di aver conosciuto queste ragazze con cui passare del tempo anche perchè, escludendo le amiche conosciute sul blog, non ho amiche strette che abbiano figli e sono contenta di aver instaurato un bel rapporto con queste ragazze che stanno pure vicino a casa mia!

Rientrata ho pranzo con un melone (sì, ho scritto bene, non DEL melone ma UN melone intero) e un po’ di prosciutto e poi son corsa al BimboStore per prendere alcune cosine e in farmacia per prendere le vitamine di Ranocchia che ormai sto finendo e la tachipirina in gocce che non si sa mai che il vaccino porti la febbre.

Arrivata a casa ero discretamente demolita. Ora son qui, spiaggiata sul divano, macbook sulle gambe, “body of proof” in tv, nessuno in casa e asciugamano in testa dopo una bella doccia… Questa sì che è vita!!! (però la mia bambolina mi manca già.. ma devo abituarmi a staccarmi ogni tanto da lei anche se è davvero dura..)

Di soddisfazioni e giornate intense..

Che stanchezza! E chi l’avrebbe mai detto che alla fine avrei fatto molte più cose in questi due mesi a casa che non quando lavoravo? Madonna! Ieri, dopo l’amarezza per la questione “genitori emigrati” ho deciso di occuparmi la giornata in pieno. Al mattino 30 vasche a nuoto e penso che ripeterò domani, pranzo diet (o almeno.. ci si prova), partenza per il Leroy Merlin per ritirare le tendine che abbiamo fatto fare per la stanzetta di Ranocchia di cui vi lascio un’anteprima:

Non si vedono tantissimo ma sono gialline con gli orsetti. Non volevamo prenderle rosa che non si sa mai, quindi abbiamo optato per colore neutro e che fossero di una stoffa un pelo pesantina in modo da essere coprenti per i riposini pomeridiani. Siamo proprio soddisfatti dell’acquisto! Dopo il Leroy ne ho approfittato per andare al centro commerciale che è lì di fianco dove c’è il Prenatal, volevo un copri-ovetto verde ma di quel colore non c’era quindi ho ripiegato sul telo parapioggia per il passeggino dato che non l’avevo!
Rientrata a casa pulizia bagno, cucina, pre-lavaggio del primo kit di pannoli lavabili e preparazione cena. Non sapevo che fare, guardo in frigo e trovo 2 uova, una scatolina di prosciutto a cubetti e allora un lampo mi percorre il cervello.. Controllo in dispensa… Pisellini in scatola ci sono, riso basmati pure, salsa di soya anche… E riso alla cantonese sia!

Devo dire che il wok cambia decisamente la cottura degli ingredienti, questo penso sia il miglior riso alla cantonese che io abbia mai fatto!
Dopo cena mi son concessa pure un po’ di stiro ma quando sono andata a letto avevo le caviglie come due zampogne e l’Ing. mi ha cazziata perchè vuole che riposi di più. La notte è stata un po’ una tragedia. Ranocchia era scalmanata, non voleva dormire proprio, l’effetto alien nella panza si sprecava e poi è iniziato il singhiozzo (della Ranocchia) e allora mi son guardata un po’ di tv finchè non si è messa calma.
Stamattina non è stata da meno… Sveglia presto per colazione con amica figlio-dotata, passeggiata per il mercato del paesello prescelto per l’incontro e dopo i saluti son passata dal supermercato per finire la preparazione della valigia dell’ospedale. Non so perchè ma mi sto fissando (come mezza famiglia) che Ranocchia nascerà in anticipo per cui meglio essere previdenti. I kit per il cambio sono pronti (mi mancano solo le cavolo di etichette), le mie camiciole da notte e la vestaglia idem, copertina, reggiseni da allattamento e mutandoni, assorbenti per me e pannolini usa e getta per lei (che dicono che in alcuni ospedali ormai non ti dan più niente con il taglio dei fondi.. meglio non rischiare), coppette, il beauty con cremine varie, amuchina spray, olio per lei ecc ecc….
Domani mi aspetta la visita/cazziata dalla Capò e poi magari passo dal Bimbostore a vedere se trovo sto copri-ovetto, ho visto che ce n’è uno in offerta e ci sarebbe anche in verde, come voglio io! Spero di trovare due minuti per riposare in questi giorni!
Oggi ho pure chiamato l’ospedale e fissato la visita per l’apertura della cartella. Deo.. Ormai siamo così vicini… E in questi momenti, tra tutte le cose da fare, le amicizie che mi tengono compagnia (parlo di voi ragassuole blogger e anche delle amiche vere), gli ultimi acquisti da fare e tutto il resto, la tristezza sparisce e torna la gioia per quest’evento in arrivo.

E i buoni propositi.. A farsi friggere!

Stamattina mi sveglio prestissimo piena di buoni propositi. Dovevo fare i soliti esami del sangue così mi sono frefissata di svolgere le seguenti attività:

– andare prestissimo al centro prelievi in modo da liberarmi velocemente (ambulatorio prioritario per panzute, disabili e bambini)
– fare colazione
– tornare a casa relativamente presto e dormire un altro po’
– rialzarmi per poi andare in piscina (e già che ci sono scroccare una doccia calda visto che qui, da ieri, abbiamo un problema con l’impianto solare e siamo senza -.-‘)

Poi però capita che le cose non vanno esattamente come vorresti..

– arrivo alle ore 7.30 al centro prelievi e il parcheggio è stipato, 10 minuti a parcheggiare.
– fila enorme dentro per lo smistamento casi, in questa fila, siccome scorre veloce, le panzute non hanno precedenze, altra attesa.
– smistata all’ambulatorio prioritario: stipato pure lui. Ho almeno 15 persone davanti (che poi io mi dico, nel momento in cui l’ambulatorio prioritario è per gravide, disabili e bambini forse si fa decisamente prima ad andare per vie normali, soprattutto perchè nell’ambulatorio “persone comuni” ci sono almeno 4 infermiere a fare i prelievi e in quello prioritario una sola)
– attesa, attesa, attesa
– ancora attesa
– durante l’attesa usciva una delle impiegate per mettersi avanti sulla preparazione delle ricevute, peccato che fossimo in troppi e non ci saltasse fuori così decide di farsi aiutare dalle cassiere che solitamente seguono i “comuni mortali”
– attesa
– attesa
– Ranocchia che inizia a scalciare come un’ossessa, che poveretta, c’aveva ragione pure lei, uno la sveglia alle 7,00 e non le da da mangiare, ci credo che fosse incazzata nera.
– ore 8,30 l’ambulatorio chiude al pubblico, la fila “comuni mortali” inizia a scemare e l’infermiera che fa i prelievi ai prioritari chiede aiuto alle altre colleghe
– si inizia finalmente a muovere qualcosa
– ore 9,00 finalmente mi chiamano e faccio sto cavolo di prelievo.
– scendo al bar affamata come uno squalo bianco e vista la mattinata iniziata maluccio mi concedo, alla faccia di GineCapò, un bel latte macchiato alla soia + mega cornetto alla crema. Gnammi. Latte macchiato + cornetto alla crema è la mia colazione dei campioni personale.
– LadySmith e Ranocchia sazie e felici. Rientro a casa e preparazione borsone per andare direttamente a nuoto.

Mi sa che come ieri.. Una pennica dopo pranzo non me la leva nessuno!

20 vasche

Andare a nuoto la mattina e soprattutto da gravida è tutta un’altra cosa.
Tanto per iniziare la piscina è mezza vuota, c’è qualche corso, acquagym nella piscinetta dedicata, un paio di corsie della piscina grande dedicate ai corsi di nuoto x anziani e poi 4 corsie per il libero. In media eravamo 2 persone per corsia: ME – RA – VI – GLIA.
Roba che se ti piace nuotare senza troppo casino in vasca ti passa la voglia di lavorare per dedicarti al nuoto mattutino (ok.. Va bene. A me la voglia di lavorare passa spesso e con molto meno :P) e poi… Millemila complimenti da parte di tutti!!! Il primo un signore vicino di corsia che dopo le mie prime 3 vasche mi ha fatto i complimenti per essere a nuotare con la panzona.. Poi la signora che divideva la corsia con me, i sorrisi e saluti del bagnino giovinastro, i complimenti delle ragazze e signore in spogliatoio “e che bella pancia eh! Maschio o femmina? Di quanto sei?”
E Ranocchia pare aver gradito, non ha scalciato come una matta.. Va beh che stamattina abbiamo riposato x benino e c’è caso che dormisse ancora, adesso è sveglia e reclama cibo invece!

Il nuoto in gravidanza è una melassa per l’ego. Mi sa tanto che ci ritorno 😛