Venuto al mondo…

Vorrei parlare di questo libro che ho letto ad agosto mentre mi trovavo in vacanza sul lago.

Ammetto che la prima cosa che ho pensato iniziando è proseguendo la lettura è stata “beh… diciamo proprio che non è una lettura proprio adatta ad una gravida…” ma non riuscivo a smettere di leggere, complice anche l’ottima scrittura di Margaret Mazzantini e la sua cura, quasi maniacale oserei dire, della descrizione e dei dettagli.

Mi sono ritrovata a piangere diverse volte leggendo, per questo o quell’altro motivo.

Un libro molto forte, l’amore al centro di tutto, la sterilità, che nel momento in cui ti ritrovi a leggere un libro del genere con una panciotta ormai evidente ti rendi conto di quanto sei stata fortunata a restare incinta ogni volta al primo colpo.. Il ricordo che mi ha trasmesso l’immagine di Gemma che guarda i suoi ovuli ciechi durante l’ecografia… Perchè non l’ho raccontato qui ma la mia prima ecografia, a questa gravidanza, mi mostrò una camera gestazionale vuota. Ho passato due settimane angoscianti tra beta-Hcg e altre ecografie per verificare che il feto si formasse, sperando di non trovare macchie rosse ogni volta che andavo in bagno… Poi per fortuna sono comparsi prima come per magia il sacco vitellino (e già lì la ginecologa mi aveva rincuorata) e poi il fagiolotto con tanto di cuore scalpitante. Poi c’è la descrizione della guerra a Sarajevo, descrizioni crude degli assalti, degli spari, delle violenze che le donne subivano… E poi di nuovo l’amore, l’amore per un figlio che pur non essendo tuo ha riempito la tua vita.

Rientrata a casa dalle ferie la prima cosa che ho fatto è stata cercare in rete il film, interpretato da Castellitto (regista e marito della Mazzantini), Penelope Cruz e Emil Hirsch. Un bel film ma che a tratti risulta un po’ difficile da capire se non hai letto prima il libro e che, soprattutto, ti risparmia i dettagli che invece il libro fornisce.

Vorrei consigliarlo caldamente a tutti, è un libro che ti lascia qualcosa dentro, che ti da spunti di riflessione sulla vita, sulla guerra, sull’amore.

Annunci

L’estate sta finendo…

Ed eccoci qui, agli sgoccioli delle vacanze estive che come al solito sono passate in un soffio. Mi godo quest’ultima settimana a casa con Ranocchia (l’Ing. è già stato richiamato all’ordine), vado a pranzo a casa dei miei genitori, mi faccio aiutare da mia madre a sistemare il nostro disastro di casa, vado al mercato la mattina e cose così.

Le “nostre” vacanze invece, quelle a 3+1 sono andate nel complesso bene. Nel senso che in luglio siamo stati 5 giorni al mare in Toscana con il camper ma giuro che non vedevo l’ora di tornare a casa. Non sopportavo la sabbia e c’era davvero troppo troppo caldo, anche Ranocchia era noiosa e intrattabile.

La settimana scorsa invece siamo stati in campeggio in Trentino al lago di Caldonazzo ed è stata una vacanza di quelle perfette. C’era fresco, non c’era la sabbia, il lago era bello e pulito, il campeggio pure, la notte si dormiva coperti. Ranocchia si è divertita, ha giocato con bimbi stranieri, ha visto tanti animali durante le sue gite in bicicletta col suo papà (io purtroppo ho dovuto evitare la bici, non si sa mai), abbiamo fatto tantissime passeggiate in mezzo a quei paesaggi fiabeschi tra lago, campagna e monti. Il tempo si è rotto solo il giorno che siamo partiti. Una settimana è volata nel giro di pochi secondi.

Ho sempre pensato alla vacanza in montagna come “deprimente”. Non sono la tipa da freddino, escursioni in montagna, camminate e altro. Per me la vacanza ideale è sempre stata al mare (ma possibilmente senza sabbia perchè, come ho già detto, la odio) o comunque al caldo. Sarà che il lago è una sorta di via di mezzo, nel senso che puoi fare il bagno come al mare e che non fa eccessivamente freddo (non lì per lo meno visto che la zona si trova a 500 metri), sarà che non mi è venuta la dermatite che di solito mi causa la salsedine…. Ma insomma siamo rimasti così soddisfatti di questa vacanza che l’anno prossimo sicuramente ripeteremo, e sta volta ci sarà pure la Creatura in tutta la sua presenza, stavolta ci godremo i giri in bicicletta in quattro finalmente!

Manca poco, pochi giorni e finalmente la morfologica. Sapremo se sta bene, quanto cresce e cos’è!!! Siamo curiosissimi. Intanto mi sono iscritta al corso preparto che inizierò tra qualche mesetto. In teoria non ce ne sarebbe bisogno alla seconda gravidanza ma col primo mi sono trovata così bene che voglio ripeterlo; oltretutto ho conosciuto diverse ragazze con cui ogni tanto mi vedo ancora, tempo permettendo e spero che possa ricapitare.

 

Rientrate…

E fu così che sabato rientrammo dalla nostra vacanza prolungata.

Credevo che la settimana per metà da sola con la Ranocchia sarebbe stata pesante e invece devo ammettere che è andata molto bene e che sono anche riuscita a rilassarmi nonostante le cose da fare. Al mattino giravamo per i vari centri commerciali della zona e al pomeriggio facevamo lunghiiiiisssime passeggiate sul bagnasciuga che Ranocchia sembrava gradire; si addormentava nel giro di poco come un sasso!

Al giovedì è arrivata la mia mamma e al venerdì sera ci ha raggiunti pure l’Ing. per rientrare poi sabato. E’ stato bello rivedere mia madre e vederla spupazzare felicemente la sua nipotina e quanto pesce abbiamo mangiato! Mia madre lo sa pulire e cucinare da dio.

Ora siamo di nuovo a casa e il mare un po’ mi manca; soprattutto quelle passeggiate. Non si stava poi così male lontane da qui, solo io e lei.

Domani pediatra per bilancio + visita pre-vaccino e se va tutto bene mercoledì si fanno le due punturine. Speriamo sia tutto ok. E’ da qualche giorno che la Ranocchia si da delle manate sull’orecchio sx e non vorrei che avesse del male. Io domani mi concedo il parrucchiere per taglio e colore (senza ammoniaca!) ho i capelli che tra l’allattamento e la salsedine sembrano uno scopino…. Però sono davvero lunghissimiii!!! Ho già in mente cosa fare, vedremo se il mio parru approva, mi fido parecchio di lui e mi lascio consigliare sempre volentieri.

Avrei anche alcune altre news ma magari ne parlerò più avanti in un post protetto che non si sa mai e avrei voluto scrivere di più in questo post di rientro ma diciamo che non sono in ottima forma e ho un po’ di pensieri. Prometto di aggiornarvi come si deve appena mi riprenderò un attimo!

Di villeggianti…

I tedeschi al mare sono qualcosa di assurdo.

Alle 9.30 di mattina, occupano tutti i tavoloni del loro hotel per bere birre medie.

(birra media alle ore 9.30!!!!!)

Quando ripassi alle 11 sono ancora lì con il boccale pieno.

Al pomeriggio pure.

Alla sera anche.

Sia chiaro che i boccali sono diversi, mica sempre quello delle 9.30!

E non mi si venga a dire che fanno il bagno con sto freschetto e la pioggia perchè sono abituati a climi peggiori.. Questi fanno il bagno perchè sono sbronzi duri!!

(che poi, mare a parte, potevano starsene a casa loro, tanto il clima è quello e la birra dei loro pub è decisamente migliore!!!)

Ma come fa a far tutto?

Son cotta.

In questa settimana penso di essermi un pelo esaurita.

Mi sono messa sotto con l’organizzazione del battesimo visto che rientreremo per la fine del mese. Ho contattato la onlus delle bomboniere solidali, siamo andati a vederle e le abbiamo scelte; mi sono ingegnata un po’ per il post-battesimo, dato che il battesimo sarà di pomeriggio. Ho cercato un posto che fornisse anche lo spazio oltre che il buffet e l’ho trovato e prenotato.

Ho organizzato la vacanza; partiamo domani. Sto sistemando la casa in modo che al rientro dell’Ing. sia decente, ho lavato tutto quello che c’era da lavare, ho steso e stirato quello che c’era da stirare. Ho pulito e sto preparando l’occorrente da portarci via: biancheria per il letto e per il bagno, l’occorrente per la gestione di Ranocchia, i miei vestiti ed i suoi, rigorosamente misti visto che il tempo sarà variabile.

In tutto questo, ovviamente, devo gestire una noiosissima Ranocchia tra poppate, cambi di pannolino e le rogne che comporta l’inizio della dentizione con tanto di notte semi insonne per la sottoscritta.

Se, arrivati domani al mare domani, scopriamo di non aver scordato nulla.. Beh, voglio una cena di pesce offerta dal mio uomo che invece è a lavoro e sistemerà solo i suoi vestiti!!!!

ovviamente..

Ovviamente, quest’anno che sono in maternità in estate, decido di far le ferie in un periodo low cost visto che quando lavoro, ho il boss che lo vieta.

Ovviamente attendo settembre; un po’ perchè così Ranocchia è più grande, un po’ perchè rientreranno i miei e un po’ perchè così si spende meno e non fa un caldo infernale per la pupa.

Ovviamente, le perturbazioni fredde inizieranno quando noi partiamo.

Ovviamente la solita sfigata???

Off course!!!!