Auguri a noi!

Ieri il nostro Ranocchione ha compiuto il suo secondo mese di vita e oggi e il turno del nostro anniversario; oggi io e l’Ing. compiamo 5 anni di vita condivisa.

Cinque anni che se da un lato mi sembrano volati, dall’altro son passati pian piano, giorno per giorno, al punto che a volte mi sembra una vita che divido l’esistenza con quest’uomo.

Ci sono stati gli alti, ci sono stati molti bassi, ci sono due splendidi bambini e tanti progetti in ballo; il matrimonio, una casa più grande… La nostra è una bella vita di coppia tutto sommato.

Sì, ci sono giorni in cui lo prenderei a testate nei denti e lo lancerei fuori dalla finestra ma credo che tutto questo faccia parte del pacchetto. Anni fa mi posi il problema sul fatto che la magia dei primi tempi fosse finita, sul fatto che magari fosse subentrata una crisi ma passo passo mi sono resa conto che come noi cresciamo cresce pure una relazione, matura, cambia, si evolve. Forse in questo mondo dove la filosofia alla “Sex & the city” è diventata un mantra, venirsi incontro in una relazione può sembrare utopia, eppure, se ci si vuole bene e si vuole far funzionare le cose, sia per noi stessi che per i figli, la vita di coppia può rivelarsi più bella di quanto ci si possa aspettare certe volte e nonostante i litigi e gli scontri, che sono necessari, secondo me, per poter creare un NOI.

E così mi faccio da sola gli auguri per noi due e spero che questa vita insieme prosegua per altri 100 anni.

Adesso continuo a preparare una cena sfiziosa che oggi ce lo meritiamo 🙂

Annunci

Ma come fa a far tutto?

Son cotta.

In questa settimana penso di essermi un pelo esaurita.

Mi sono messa sotto con l’organizzazione del battesimo visto che rientreremo per la fine del mese. Ho contattato la onlus delle bomboniere solidali, siamo andati a vederle e le abbiamo scelte; mi sono ingegnata un po’ per il post-battesimo, dato che il battesimo sarà di pomeriggio. Ho cercato un posto che fornisse anche lo spazio oltre che il buffet e l’ho trovato e prenotato.

Ho organizzato la vacanza; partiamo domani. Sto sistemando la casa in modo che al rientro dell’Ing. sia decente, ho lavato tutto quello che c’era da lavare, ho steso e stirato quello che c’era da stirare. Ho pulito e sto preparando l’occorrente da portarci via: biancheria per il letto e per il bagno, l’occorrente per la gestione di Ranocchia, i miei vestiti ed i suoi, rigorosamente misti visto che il tempo sarà variabile.

In tutto questo, ovviamente, devo gestire una noiosissima Ranocchia tra poppate, cambi di pannolino e le rogne che comporta l’inizio della dentizione con tanto di notte semi insonne per la sottoscritta.

Se, arrivati domani al mare domani, scopriamo di non aver scordato nulla.. Beh, voglio una cena di pesce offerta dal mio uomo che invece è a lavoro e sistemerà solo i suoi vestiti!!!!

Stanotte…

Mi sveglio di botto a causa di un pianto/strillo disperato. Nel rincoglionimento post risveglio traumatico ci ho messo un po’ a capire che, fortunatamente, non era Ranocchia ma il bimbo di VicinoDiSopra che, probabilmente, sta mettendo su dei denti.. Questo tipo di risveglio è andato avanti quasi tutta la notte e ad un certo punto ho desiderato che si trattasse di mia figlia; almeno lei per ora se si sveglia lo fa per fame e, dopo la poppata, crolla come un sasso. E ho pure temuto che le urla la svegliassero visto che nei momenti in cui è prossima al risveglio basta pochissimo per turbare il suo sonno. E invece nada.

Ranocchia ha dormito bellamente fino a, penso, le 10 del mattino. O almeno… Noi abbiam dormito fino alle 10 finchè non l’abbiam sentita “parlottare”…. Andiamo di là in cameretta ed era tutta tranquilla, nel suo lettino ad occhi aperti e sgranati… Chissà da quanto tempo aspettava chiacchierando al vento! Che buffa la mia patatona 😀

Amabile vicinato..

Ecco, il nostro vicinato si merita un post perchè ultimamente le cose stanno davvero scemando in questa via.

Partiamo dal presupposto principale: prima che costruissero la palazzina dove abitiamo c’era la casa di un signore anziano, il nonno di una ragazza che era a scuola a me, quando è morto i suoi figli hanno venduto la casa al costruttore che ha fatto il nostro condominio. La nostra via è una strada chiusa costituita per lo più da case con lo stesso proprietario da una vita quindi anziani. Inutile dire che, vista l’età elevata, si parla di pensionati con poco da fare durante il giorno e pochi pensieri per la testa. Da quando la palazzina ha iniziato a popolarsi sono cominciati i problemi.

Primo di tutti, quello dei parcheggi. La via è chiusa, i posti auto sono privati quindi riservati solo a chi li ha acquistati (per ora siamo in due ad avere il posto auto e altri due in affitto), in una famiglia in media le macchine sono due e, nonostante i garage siano praticamente tutti doppi (pensati apposta per il problema), a mettere entrambe le macchine dentro siamo solo due famiglie. Ovviamente il vicinato non ha preso bene la faccenda apparte una vecchina che vive di fronte a noi molto gentile. Il vecchio con la casa di fianco alla casa della vecchina, che chiamerò PandaGialla ha prima messo un passo carraio finto davanti al cancellino di casa sua nonostante davanti al cancellino nessuno ci parcheggiasse e nonostante il fatto che non avesse necessariamente bisogno di codesto cancellino perchè, di fianco alla casa, ha il capannone con cancello grande sempre aperto. VecchioPazzo invece, ha la casa di fianco alla nostra ma non ci abita. Probabilmente sarà una casa in eredità o qualcosa del genere. Viene tutte le mattine a sistemare qualcosa e la sera ad annaffiare l’orto però… Nonostante la sua presenza saltuaria impazziva se qualcuno della palazzina parcheggiava vicino a casa sua; e non intendo davanti a cancello o cancellino, no no… Proprio vicino alla recinzione!

Così successe che VecchioPazzo buttò giù il muro della recinzione per costruire un secondo cancello in modo che nessuno dei nostri parcheggiasse  nei pressi della sua proprietà.

PandaGialla, evidentemente ispirato da VecchioPazzo ha fatto la stessa cosa proprio in questi giorni.

Poi c’è Casaro, il proprietario del caseificio in fondo alla via col suo cane sempre non legato che, guarda caso, esce dal cancello di casa solo quando deve fare la cacca e la pipì e le viene a fare, rigorosamente, nei nostri posti auto. I miei vicini sono andati più volte da Casaro a dirgli che eviti che il cane esca dal cancello ma lui ha risposto che purtroppo il cane è libero (legarlo no eh???) e quindi, lasciando il cancello aperto per i camion esce. Chissà com’è che esce solo quando deve fare qualche bisogno eh??? Giuro che prima o poi prendo una pala, tiro su tutte le cacche e le vado a buttare in mezzo al suo cortile.

La settimana scorsa poi abbiamo avuto una new entry nel reparto “geriatria e demenza senile” del vicinato. Ora c’è pure lui UomoDelMonte, il confinante della parte dietro della palazzina. UomoDelMonte perchè la sua casa è circondata da un giardino enorme che sembra più una savana dal gran che è incolto, controllato a vista da due cani che sembrano più dei leoni.

Qualche giorno fa ero in cucina con le porte del balcone loggiato aperte e sento UomoDelMonte parlare col vicino di sotto, loro sono amici. Vado di là a fare due cose e poi inizio a sentire delle urla. Mi sembrava strano che UomoDelMonte litigasse con vicino di sotto. Continuo a sentire urla e bestemmie così io e l’Ing., incuriositi, usciamo in balcone (tanto non ci vedevano perchè avevamo giù le maxi zanzariere).. UomoDelMonte stava litigando con vicino di sopra perchè il figlio di vicino di sopra piangeva!!! Ma con delle urla che non vi sto a dire. Mi sembrava strano che UomoDelMonte avesse aggredito vicino di sopra, l’Ing. ha pensato che forse anche vicino di sopra fosse un po’ sclerato. Ieri mattina l’ha incontrato in garage e ha scoperto che quando il bimbo ha urlato (non piangeva, era felice perchè la mamma gli aveva dato da mangiare una cosa che gli piaceva in realtà), UomoDelMonte ha detto con vicino di sotto “quel cinno di merda cos’ha che piange sempre????” e da lì la risposta del papà giustamente arrabbiato, le urla e la lite. UomoDelMonte ha casa lontana con la foresta in mezzo ma ha detto che il pianto “disturbava i cani”…

Ma pronto????? Siamo tutti fuori???? Tra l’altro nella palazzina ci sono quattro bambini: figlio di vicino di sopra di 16 mesi, figlia di vicina di sotto di 1 anno appena compiuto, Ranocchia di 3 mesi e figlio dei vicini di fianco nato il mese scorso… Ora, impedire a dei bambini così piccoli di piangere è dura, se non vuoi sentire volare una mosca puoi sempre andare a vivere sul cucuzzolo di una montagna.. Cioè.. Il pianto disturba i cani. Non ho parole.. E poi continuava “quel cinno piange sempre!!! Sempre!! Si può sapere che cos’ha????” Vicino di sotto nel mentre è rimasto zitto e buono senza intromettersi fino alla fine della lite, quando Vicino di sopra ha lasciato perdere perchè appunto, aveva a che fare con un vecchiaccio in pensione che non ha altri pensieri per la testa che preoccuparsi del pianto di un bambino piccolo. Vicino di sopra ha poi raccontato all’Ing. che il padrone della palazzina l’altro giorno ha portato una coppia a vedere uno degli appartamenti vuoti e questi due, fatalità, han parcheggiato vicino a casa di VecchioPazzo.. Mentre visitavano il giardino dell’appartamento VecchioPazzo è uscito fuori di casa bestemmiando e urlando che nessuno deve parcheggiare in prossimità di casa sua e giù di parolacce a tutt’andare. Il padrone della palazzina si è scusato con la coppia visibilmente in imbarazzo.

Io dico che se quella coppia è furba, eviterà di acquistare in questa valle di dementi; me lo auguro per loro.

Sigh.

Fidanzato stamattina è partito per Manchester per lavoro e tornerà venerdì sera.
Come ho già detto una volta non sono molto abituata ai suoi spostamenti, per il semplice fatto che fino a quest’anno non l’hanno mai mandato all’estero così spesso per lavoro, sembra che lo facciano apposta i suoi capi, quest’anno che Fidanzato diventa papà allora è pronto per essere mandato dai clienti qua e là.
Uffa.
Vaaaa beh, facciamo che utilizzerò questi 3 giorni per fare qualcosa magari con mia sorella o con MiglioreAmica se è disponibile tra straordinari e nuovo uomo… Intanto ho battezzato questa giornata “desperate housewife”, stamattina, come le vere casalinghe sono stata al mercato di paesello vicino (non vado al mercato del mio paesello bucodic**odelmondo perchè consiste in 3-4 bancarelle striminzite ma quello di paesello adiacente è decisamente più fornito). Passeggiata tra i banchi di un’oretta e mezzo, acquisto di 2 maglie per panzute per la sottoscritta + 1 body e un paio di calzettine per Ranocchia (sì, ho già le mani bucate dannazione, troppa roba carina!!) e del gelato alla frutta per oggi pomeriggio.
Il resto della giornata mi sa che lo passerò a fare un po’ di lavori in casa, devo pulire il bagno e ho un milione di cose da stirare.. Poco alla volta, con le relative pausette stirerò tutto… Ce la posso fare!
Che poi… magari ci scappa altra passeggiata più tardi!
Domani invece corso preparto + piscina. Mi sa che mi sto abituando decisamente in fretta alla vita @ home..

????

Ma…. VALLANZASCA?????
Perchè era in programmazione stasera su sky e non lo fanno????? E io che ero tutta carica e già pronta spaparanzata sul divano a godermi Kim Rossi Stuart + regia di Michele Placido… Smontata in due secondi sigh sob… Menomale che c’è Cult che fa sempre bella roba e “American Life” sembra comunque interessante.