Di terremoti notturni..

Stanotte alle ore 4.00 circa mi sono svegliata da sola. Guardo l’ora sulla sveglia dell’Ing. e controllo Ranocchia che di solito a quell’ora si sveglia a chiedere il suo latte. Mi tiro su dal letto e mi affaccio sulla carrozzina: sonno beato. Sospiro, mi giro dall’altra parte per riaddormentarmi quando all’improvviso il letto inizia a muoversi. All’inizio pensavo si trattasse dell’Ing. che si girava ma  guardandolo per bene mi rendo conto che dorme immobile come un sasso. La vibrazione continua sempre più forte e resto immobile e terrorizzata: il terremoto.

Cerco di scuotere l’Ing. per un braccio più volte ma niente; dorme come un sasso. Alla fine presa dalla paura gli tiro una sculaccia e lui si sveglia sussultando e lamentandosi. Gli dico che c’è il terremoto che il letto ha vibrato tantissimo e lui per tutta risposta mi mugugna un “MA E’ UN LAMPO, POTRESTI SVEGLIARMI CON PIU’ DELICATEZZA!!!”

Masticazzi. E’ stato l’unico pensiero che mi è passato per la testa in quel momento. Poteva caderci pure il palazzo in testa che non si sarebbe squassato di un millimetro e oltretutto non mi ha nemmeno creduto quando gli ho detto della scossa!! Ranocchia finite le vibrazioni si sveglia e inizia a pigolare.. Un Ing. tutto scazzato per la sveglia violenta e il pianto della piccola durante il cambio, si sveglia dicendomi che mi aiuta a cambiarla; aiuto che consiste nel tenerle le gambette mentre la sottoscritta prepara il pannolo lavabile, il velo raccogli-pupù, il cotone bagnato per pulirla e mentre la pulisco e cambio il pannolino. Messo il pannolo nuovo lui se ne torna a letto. Ovviamente non ha nemmeno buttato i cotoni, le salviette e il velo. Grande aiuto.

La piccola intanto continuava a piangere perchè voleva il latte ma io dovevo prima  mettere in ammollo il pannolo, sciacquarlo e metterlo nell’apposito bidone in balcone e non potevo contemporaneamente allattarla. Ranocchia era disperata al punto che urlo all’Ing. “DALLE IL CIUCCIO ALMENO!!” e lui per tutta risposta mi dice “e dov’è???”

Ma dove vuoi che sia??? Nelle mie tasche???

Dopo un po’, sempre con tono secco e visibilmente scazzato sentenzia “piange anche col ciuccio.”

Finito col pannolo torno in camera e mi vedo questa scena: Ranocchia che piange disperata nella mia parte di lettone e l’Ing. girato dall’altra parte che ronfa beatamente.

MA VAFFFFFFFFFFFFFFFF……….

Mi metto a letto e finalmente la allatto.

 

Ovviamente stamattina, dopo aver visto 15 tg che confermavano la violenta scossa di terremoto con conseguenze anche pesanti nella bassa, più articoli sui giornali online, la chiamata di Suocera in allarme e i messaggi di un po’ di conoscenti si è reso conto di essersi comportato da c***one.. E menomale oh!

24 thoughts on “Di terremoti notturni..

  1. Bé ci credo che ti son girate!!!
    L’ho sentita anch’io ed ero a casa sola coi bimbi ( che per fortuna hanno continuato a dormire) , e alla prima scossa, quella più leggera, ho pensato fosse PiccoloU che si muoveva nel lettone….col cavolo!

    • A quanto pare si è fatta sentire ovunque questa scossa.. Tra l’altro ho letto che stanno continuando quelle di assestamento ma per fortuna o sono di entità bassa o qui non si sentono.. Spero smettano presto! Abbiamo sentito dei conoscenti che vivono nella bassa verso il ferrarese e i danni son stati grossi! A San Felice sul Panaro (paesello della bassa modenese) è venuta giù la chiesa e parte della rocca:/

    • Ehhhhhhh temo sia colpa degli equilbri ambientali che ormai sono andati a quel paese, da lì lo stravolgimento del clima da un giorno all’altro (vedi il caldo torrido di 2 settimane fa e il freddo con pioggia di questi ultimi giorni) con conseguenti movimenti della terra😦

  2. se può consolarti nemmeno Marito si è mai accorto di un terremoto o della violenta grandinata del 2002 (e se ti dico che ha sfondato i tetti delle case e abbattuto alberi rendo l’idea?). Avanti a dormire come niente… davvero mi chiedo se ci cadesse il tetto della casa si sveglierebbe? Boh!

    No, no eh, così non va mica bene! L’Ingegnero deve aiutarti davvero, non può gestire lui la storia del pannolo sporco e tu ti dedichi ad allattarla così non piange?

    bacini bacini bacini

    • EHEHEHEHEHEH MA – GA – RI !!! Capisco che durante la settimana resti a letto, del resto si sveglia alle 6.45 mentre io dopo posso rimanere a letto con la bimba.. ma di sabato notte?? Oggi pomeriggio stavo cambiando un pannolo e quand’è stata ora di fare l’ammollo ha fatto per andarci lui poi teneva l’inserto del pannolino (poca roba e si era sporcato solo quello) per i bordini passandolo sotto il rubinetto…. Mi è venuto un nervoso ma un nervoso che non ti immagini!! Gli ho detto: senti.. tienimi la bambina che all’ammollo ci penso io!
      Inizio a pensare che lo faccia apposta!

      • …insegnali come ti aspetti che lo faccia.
        Prendigli dei guanti di gomma se possono aiutarlo.
        Non farti carico di tutto ma impara a delegare e impara a pretendere cose fatte bene.
        Quando tonerai al lavoro come farai?

        • Effettivamente già era dura prima… Lui poi se ne esce che passa lo straccio e l’aspirapolvere.. Ma comunque tutto il resto lo faccio io e diciamo che non è poco! Tra l’altro l’utilizzo dei pannolini lavabili è un impegno; per ora me la cavo ma una mano da parte sua non sarebbe male! L’idea dei guanti è ottima, ho un pacco di quelli bianchi tipo da dentista… Quasi quasi glieli appioppo così non ha più scuse!

  3. Anche da noi si è sentita, cioè l’hanno senita in molti tranne me. Io non mi sono accorta di nulla, nè mi sono svegliata..per fortuna mi vien da dire, a casa da sola mi sarei spaventata un sacco!

    • Beh dai magari non è stata molto forte dalle tue parti e meglio così.. Almeno tu e il piccolino non ne avete risentito, quel che preoccupa te lo sente pure lui🙂

  4. Ciao Lady!
    Anche qui si è sentita benissimo la scossa!Io, mia madre e il cane ci siamo svegliati tutti mentre mio padre ha continuato a russare…solo quando gli ho urlato: “Papà!!!C’è un terremoto!” ha reagito ma se non gliel’avessi detto io se ne sarebbe accorto solo il giorno dopo grazie ai telegiornali…questi uomini!
    Comunque sono certa che l’ingegnero, pian piano, inizerà a collaborare di più…magari deve solo abituarsi alla nuova routine!
    Un abbraccio.

    • Oh ma son tutti fatti con lo stampino eh! Adesso mi armo di coraggio e inizio poco alla volta a insegnargli tutti i mestieri se no tanti saluti.. Per ora ci eravamo divisi i compiti in casa ma diciamo che la gestione della bambina è un altro bell’impegno!

  5. oh finalmente è tornata la connessione😀 e vedo che va tutto bene.. hmm ma Ing non era quello che ti invidiava di poterla nutrire?? eh?? che non vedeva l’ora di darle il latte nel biberon??

  6. Oh gli uomini faticano ad assumere il ruolo di papà…. è abbastanza normale🙂
    Finchè si tratta di giocare, coccolare, spupazzare……. vanno da Dio.
    Se si tratta di cose pratiche…….. velo pietoso.

    Non prendertela troppo perchè per esperienza incazzarsi non serve.
    Giragli intorno……. fagli capire……… altro non c’è.

  7. tutto bene? ero riuscita ad addormentarmi dopo la prima scossa… poi alle 4 ho sentito cadere tante cose in casa… per fortuna non ci sono danni strutturali ma solo ora torno a scrivere al pc, che ieri ero nel pallone, tra sonno e paura…

    • cavoli è vero che pure tu se non sbaglio sei vicina alla bassa… L’importante è che stiate bene e il fatto che la casa non abbia subito danni strutturali è un ottima cosa… Speriamo smettano presto queste scosse!

  8. Come ti ho detto io ero dalla mother e non ho sentito niente ma mi ricordo benissimo quello del 2003 che venne al paesello… una notte in bianco e il giorno dopo il microbrother aveva il suo primo giorno d’asilo… era uno straccio poverino…
    E a me è rimasto il terrore..

  9. Per tutta una serie di motivi io ho dovuto calarmi nel ruolo di padre attivo fin dai primi giorni, passando tante notti quasi in bianco, con il risultato che mi sono rincoglionito un pochino per la mancanza di sonno…
    Però , vuoi mettere la soddisfazione che Caji quando si fa male non cerca la mamma ma me…..

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...