Tristezza a tratti…

Stamattina sono ripartiti i miei genitori. Biglietto di ritorno (avevano fatto l’andata quando erano rientrati a dicembre) quindi nessun biglietto per tornare a casa. Mia madre mi aveva promesso, nei giorni scorsi, che sarebbe tornata prima, anche da sola senza mio padre, per potermi stare vicino prima del parto e per esserci alla nascita di Ranocchia.
Ieri siamo andati da loro a mangiare una pizza per poterli salutare con calma e prima di andare via, al momento dei saluti, baci ed abbracci ho detto a mia madre “torna presto eh…” e lei mi ha dato una risposta che mi ha lasciata basita “EHHHHH, ADESSO SPERANDO CHE NON SUCCEDANO ALTRE COSE CHE SAI COM’E’ LA’… E POI NON HO NEANCHE IL BIGLIETTO DOVRO’ RIFARLO…” Al che io ho risposto: “BEH, QUELLO SI FA SUBITO COSI’ SI E’ SICURI DI TROVARE IL POSTO, HO BISOGNO DELLA MAMMA PER IL PARTO..” e lei mi ha detto: “LA MIA NON C’ERA..”
Che poi non è vero, perchè mia nonna per entrambi i suoi parti è venuta in Italia ed è stata qui qualche mese.
Inutile dire che ci sono rimasta di m***a.
Aveva promesso e ieri ha tergiversato, ha inventato scuse e questa per me è una brutta avvisaglia, il presagio che lei quel giorno non sarà lì con me. E continuo a farmi la stessa domanda già dall’anno scorso quando dissero “andiamo via ma torniamo tra un mese” e poi rimasero all’estero per quasi un anno: ma perchè i vostri affari la sono più importanti della vostra famiglia qua?
Sono stati quasi 10 anni senza andare, lasciando perdere tutto quanto e ora di colpo tutto quest’interesse? Tra l’altro in questo periodo della mia vita che è delicato, prima della nascita del loro primo nipote, che secondo me non è una cosa da poco. Boh, mi sembra che non gliene freghi nulla a volte. E ci soffro.
Ci soffro parecchio.
Fidanzato tace ma so cosa pensa. Non lo dice solo perchè ha paura di ferirmi ulteriormente ma so che non approva per nulla il loro comportamento, dice che la loro vita è qui con noi, che mio padre ormai è in pensione e alla sua età anzichè ad un altro lavoro avanti/indietro da due continenti dovrebbe pensare alle figlie e alla famiglia. Purtroppo lui è quel tipo d’uomo che senza un lavoro si sente morto e per questo siamo proprio noi, le figlie, a rimetterci.
Mia sorella si appresta a restare nuovamente in casa da sola per chissà quanto tempo (ricordo che non è un grosso esempio di maturità e magari la presenza dei miei non guasterebbe) e beh, la piccola Ranocchia probabilmente vedrà i nonni materni solo più avanti.
Quando penso invece ai suoceri e al loro entusiasmo non posso che soffrirci di più per la differenza di atteggiamento. Ho bisogno di mia madre, la vorrei con me. Sono felice che Suocera sia alle stelle per la nascita della nipotina ma non è la stessa cosa. Lei non è mia madre. E a volte il pensiero che possa diventare troppo pesante mi spaventa. Tra qualche settimana sarò finalmente in maternità e mia madre non ci sarà per darmi una mano, per accompagnarmi in giro a fare qualche acquisto, per darmi consigli in questi ultimi due mesi.
Avrei voluto che, proprio perchè l’ha vissuto in prima persona, avesse riservato a sua figlia una situazione migliore di quella che le toccò in sorte all’epoca, coi parenti lontani dall’altra parte del mondo ma si vede che la cosa non è poi così importante per loro e questo mi fa male. Oltretutto le due situazioni non sono paragonabili; mia madre scelse di partire e seguire un uomo dall’altro capo del mondo. Io i genitori non li ho potuti scegliere
Fa male. Fa male eccome.

(in tutto questo anche Fidanzato oggi parte per lavoro. Andrà in Germania e tornerà mercoledì sera.)

13 thoughts on “Tristezza a tratti…

  1. Oh tesoronon voglio dire cose spinta dal nervosismo che mi procura leggere questo post, perchè io in fondo i tuoi non li conosco per poter giudicare e rischierei solo di alimentare sterilmente la tua tristezza!Ti chiedo soltanto questo : tu ne hai parlato con tua mamma a cuore aperto? Con le stesse parole che hai usato qui…dicendole quanto questo atteggiamento ti faccia stare male?Perche a volte crediamo che gli altri capiscano come ci sentiamo quandoninvece non è cosi scontato..Intanto ti abbraccio forte forte

  2. Intanto concordo al 100% con sgiusgiola, la frase "Perche a volte crediamo che gli altri capiscano come ci sentiamo quandoninvece non è cosi scontato.." è verissima.Ti dico anche che vivo una situazione abbastanza simile alla tua pur senza viaggi di mezzo ma non voglio scrivere un commento papiro quindi mi accodo a Lunatica, dopo ti mando una mail.bacio

  3. Concordo con Sgiusgiola… magari ne avrete già parlato, ma ribadire il concetto in ogni caso non guasterebbe. Solo parlandone a cuore aperto puoi capire se la sua è davvero indifferenza o non si è ben resa conto di cosa significhi per te. Cmq sarò pure impicciona, ma hanno affari davvero così grossi e importanti all'estero per dover stare tutti e due via per forza tutto il tempo, senza che nemmeno tua madre da sola possa spostarsi?

  4. Grazie a tutte ragazze, per i commenti e per le mail. Avete tutte ragione, ogni persona reagisce a modo suo e io sono certa che mia madre è felice per la nascita della piccoletta anche se non lo manifesta come vorrei. Per quanto riguarda i miei sentimenti lei lo sa.. Eccome se lo sa. Solo che non ritiene strettamente necessaria la sua presenza, sa che c'è Fidanzato, che è un compagno meraviglioso e sempre presente re probabilmente ritiene che questo mi possa bastare. Diversamente mi viene da dire di mio padre ma su di lui dovrei aprire un blog a parte per citarne tutte le gesta da quando sono nata ad oggi..

  5. Concordo con chi ti ha scritto prima di me, dille chiaramente che per te e' importante la sua presenza quando nascerà la tua ranocchietta..Ma se questo non e' sufficiente, non intristirti, tu, fidanzato e ranocchietta insieme poteye far di tutto e anche di piu'. Un abbraccio

  6. Spero solo che il momento peggiore è passato..non posso cambiare le cose, ma ti capisco, perfettamente.Pure io vivo al estero e vedo la mia famiglia molto di rado, mi perdo molte cose e lo accetto come conseguenza della mia scelta di andare a vivere lontano, ma ci soffro molto.. come, sono certa, soffre anche tua mamma. Bacione

  7. Mi dispiace per questa situazione, ma ti capisco tanto, io ho una situazione familiare molto triste, e spesso trovo molto conforto in mia suocera che purtroppo è lontana. So che non è il tuo caso, ma spero che tua mamma si renda conto nell'imminenza del parto che dovrà esserci. Ti abbraccio.

  8. grazie mille davvero a tutti quanti per i commenti, l'ascolto ma soprattutto i consigli. Da quando sono incinta devo dire che ho trovato nel blog l'appoggio più grande che potessi avere🙂

  9. Come ti capisco:Mia mamma abita a 50 km scarsi da casa mia è venuta a stare da me solo 3 giorni la seconda settimana dal parto poi + ,il bimbo ogni tanto lo vede x brevi visite mie o sue ma quando mi chiama mi diceva sempre "Magari la prox vengo…." Tu l' hai vista ? Io nemmeno😦 Poi ieri salta sù dicendo : " Magari vengo tra un po' che ti tengo il bambino" Ma cavolo te lo potrò mai lasciare che nemmeno ti conosce !?!Comunque non ti preoccupare non avrai veramente bisogno di lei, fidati anche xchè le nostre mamme un po' rompono anche le scatole con i loro vecchi metodi !

  10. Mi spiace, ma vedo che hanno detto tutto già negli altri commenti. Il fatto è che ognuno vive la vita come gli viene meglio, e non sempre quello che va meglio agli altri è compatibile con quello che andrebbe meglio per noi. Penso che sia inutile che tu te ne faccia un cruccio, anche se capisco il tuo dolore. Per quanto attiene al parto, comunque, è vero: la mamma vicina è una gran cosa, specie da un punto di vista psicologico. Ma la persona che veramente conta in quei momenti è il tuo compagno. PErciò non temere, avrai tutto quello che ti è indispensabile per stare serena e fare un "buon lavoro" (poi sono convinta che quando sarà il momento, come tutti i nonni, saranno emozionati e felici, perciò non preoccuparti!!)ciaoA

  11. C'ho pensato molto se commentare qui.Purtroppo, per esperienza personale, sono costretto a dire che non tutti i nonni gradiscono e interpretano il ruolo. Anch'io ho avuto freddezza da parte dei miei genitori, freddezza che nel tempo è peggiorata. La cosa che spiace di più è che i nonni ideali li avremmo, ma stanno a 1500 km di distanza…Ti auguro di sbagliarmi….

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...