Correttezza e onestà… anche troppa!

Fidanzato a lavoro ha tre capi: il padre e i due figli. Lavora in una grande azienda metalmeccanica di produzione (dove un tempo lavoravo pure io, ci siamo conosciuti lì), organizzata e ben strutturata. C’è solo un inconveniente che riesce ad abbattere la burocrazia che si cela dietro la produzione in catena degli articoli: LE RICHIESE DI QUELLO CHE CHIAMERO’ “CAPOPADRE”.
Capo padre ha sempre la priorità, lui tiene i contatti con i clienti più grossi per cui se lui promette al cliente la luna, i dipendenti devono attivarsi per andare nello spazio e portare la luna sulla terra in modo da poterla spedire in serata con corriere.
Fidanzato è una settimana che viene sottoposto a continue richieste di CapoPadre ed è già qualche giorno che torna a casa tardissimo, se non altro gli straordinari gli vengono pagati e per giunta bene, per cui non è un grosso problema tranne quando ho bisogno perchè non riesco a fare qualcosa (in questo periodo, di solito non ho di questi problemi).
Ieri Fidanzato mi ha detto che temeva di dover andare a lavorare sia domattina che il 9 dicembre (il mio studio fa il ponte ed era in programma di rimanere a casa insieme). Mi secca un po’, è tempo che non mi dispiacerebbe passare con lui ma visto il mutuo, le bollette da pagare, gli esami privati che mi tocca pagare perchè pubblicamente non trovo posto e il mio stipendio da fame insomma, qualche soldino in più  non fa schifo!
Stasera rientrando dall’ufficio mi arriva il classico squillo di Fidanzato che era uscito da lavoro, solo 2 ore di straordinario, tutto sommato poco! Lo chiamo e mi dice che è praticamente scappato dall’azienda mentre CapoPadre era in officina in modo che non potesse chiedergli di andare a lavoro anche domattina perchè preferiva restare a casa… Gli dico che in fondo ha fatto bene, anche perchè conosco CapoPadre… Non obbliga a far lo straordinario ma è ovvio che se ti chiede di andare si fa fatica a dire no.. Passiamo un po’ di minuti al telefono e Fidanzato inizia: “però.. insomma… alla fine mi spiace esser andato via così…. però sai…. mi sento un po’ in colpa… e se poi domani ha bisogno? Oh… inizio a sentirmi un po’ una merda…”….
Mi arrendo…. Gli dico di richiamare CapoPadre e chiedergli se domani aveva bisogno e pazienza.. Si starà insieme di pomeriggio.. Mi dice che lo chiamerà subito.
Povero tesoro mio… Proprio non ce la fa ad essere un po’ menefreghista e questo è uno dei lati di lui che mi ha fatta innamorare. Che sia così attaccato al suo lavoro mi scoccia perchè spesso magari mette il lavoro in primo piano sul resto ma poi mi rendo conto che lui è onesto, sincero, che mette passione in quello che fa e non posso che ammirarlo per tutte queste qualità. Io mi impegno ma onestamente sono più tirata via.. Sono anche moooooolto meno incentivata e quindi mi comporto di conseguenza ma questa è un’altra storia.
Alla fine, nonostante tutto mi rendo conto che il mio compagno è una persona straordinaria, che si mette le paranoie per essersi forse comportato male col suo capo e allora mi dico che non saranno le ore in più a lavoro a rovinare il nostro rapporto.
Lui è stupendo, è onesto, è corretto.
Non sto con uno stronzo. E di stronzi ne ho collezionati davvero tanti prima di arrivare ad una persona così. A volte mi domando cosa ho fatto di buono nella vita per meritarmelo.
So che sarà un padre meraviglioso e non vedo l’ora di vederlo all’opera con la ranocchia.

p.s.: CapoPadre non aveva bisogno e quindi domani si dorme!

Annunci

3 thoughts on “Correttezza e onestà… anche troppa!

  1. Ma che belle parole hai usato per descrivere il tuo amore,che lasciatelo dire,è davvero una persona da ammirare..non ne trovi tanti di cosi onesti nei confronti del proprio capo,o comuqnue in generale!

  2. che bella dichiarazione♥…e il finale mi ha colpita..alla fine dei conti domani è a casa..è andata bene e ha anche dinostrato interesse e serietà!!!ottimo!!!(M. invece domani e il 9 lavora..sigh)

  3. Io lo chiamo "senso del dovere" ed è, allo stesso tempo, anche il mio peggior difetto e il mio miglior pregio…E' la necessità di addormentarsi tranquilli di aver fatto il proprio dovere fino in fondo.E non riguarda solo il lavoro, anzi….Lopo…ogni tanto ricompaio…P.S. grazie per le belle parole

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...