Sabato sera è stato il turno di Lou Reed.
Non capita tutti i giorni del resto che un musicista della sua portata capiti a suonare non troppo lontano da casa, non mi son lasciata scappare l'occasione.
Il concerto si teneva in un ridente paesello sperduto tra le colline romagnole. Verso tardo pomeriggio io e Fidanzato ci siamo armati di debiti scongiuri contro i temporali (che erano previsti per quella giornata) e di navigatore e siamo partiti. Grazie al buon tomtom non è stato difficile trovare il posto, senza mi sa che avremmo fatto moooooolta fatica.
Il paese comunque è bello, il palco è stato montato nella piazza e un lato c'è un intelligentissimo banchetto della Pro Loco con tanti anziani gentilissimi che preparano piadine e spinano birra così possiamo pure mangiare evitando le code allucinanti negli unici due bar del paese. Devo ringraziare MiglioreAmica per la dritta, visto che lei già si trovava dentro coi suoi genitori e mi ha scritto un sms suggerendomi di evitare i bar esterni.
Il concerto è iniziato con un'ora di ritardo ma aspettare non è stato un problema. Alle 22 precise Lou Reed e la sua band han fatto il loro ingresso dedicando lo show ad Amy Winehouse; noi abbiamo scoperto il motivo di questa dedica speciale solo il giorno dopo tramite il tg.
Mi era stato detto che tendenzialmente Lou proponeva spettacoli relativi al suo periodo solista ma sono stata piacevolmente colpita dal fatto che ha fatto un sacco di pezzi anche del periodo Velvet Underground (che è il mio preferito). La band che lo accompagnava era validissima e il concerto è stato pieno di parti solo strumentali che non stonavano per niente. Due note molto positive, per quel che mi riguarda, vanno all'esecuzione di "Venus in furs" suonata in una maniera più che solenne, con tanto di tamburo e archi e a quella di "Sunday Morning" in acustica con violino, contrabbasso elettrico e tamburello.
Il concerto era pensato per un pubblico "ascoltatore", non a caso i posti a sedere erano tantissimi, più dello spazio dedicato a chi stava in piedi, ma si è capito subito anche dall'accompagnamento musicali: sax, violino, contrabbasso e tamburelli.
Al primo bis hanno concesso anche a chi stava in piedi di entrare nell'area "sedie" e ci si è piazzati tutti davanti al palco per i pezzi finali tra cui anche Sweet Jane 🙂
Ovviamente di fianco a me, MiglioreAmica e Fidanzato (dico ovviamente perchè io e MiglioreAmica siam sempre fortunate con i "vicini" di sottopalco..) un gruppo di ragazzi/e ubriachissimi/e che credevano di stare a un concerto da stadio e non facevano altro che urlare, schiamazzare e lamentarsi del pubblico "ingessato".
Io dico che la dinamica del concerto si era già capita visto l'artista, le musiche e come avevano strutturato l'evento. Se volevano un concerto da casino potevano benissimo andare a vedersi Vasco a San Siro, non mi sarei di certo offesa, anzi!!!
Il live è terminato verso mezzanotte dopodichè ce ne siamo tornati a casa.
E' stato davvero bello, intenso, Lou è comunque in gran forma e la band che lo accomapagnava non è stata assolutamente da meno.
Prossimi Live? Ancora non saprei, mi sarebbe piaciuto vedere Battiato che si esibisce praticamente dietro l'angolo ma il biglietto è un salasso. E lo so che se li merita ma purtroppo io devo razionare le finanze e 60 euro per un live son troppi.
Sicuramente i Marta sui tubi alla festa dell'unità saranno da fare. E poi… Beh. Ci sarebbero i Beady Eye a Padova e l'intenzione di andare prende sempre più piede… Vedremo!

Annunci

5 thoughts on “

  1. e cosi' anche tu ti sei data al report dei concerti :-)riguardo ai vicini se ti capitano questi "cretini" ti possono pure rovinare l'atmosfera.. nel mio caso si trattava di una coppia che credeva di essere a casa propria (effusioni, balli, salti, ….) se avessi potuto li avrei alzati con una gru e scaraventati fuori!!! :-)))Isaac 

  2. Lou è grande. Sono contento del tuo giudizio positivo, perché quando ha suonato  Lecce , due settimane fa, chi lo aveva visto aveva detto che non tanto ce la faceva.Adoro i Velvet U.aleph

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...