si cresce, si cambia ma il tempo resta sempre quello: 24h al giorno

L'altro giorno la mia migliore amica mi manda un sms.
Dovete sapere che dopo la laurea ha preso a lavorare fuori di casa (faceva lavoretti impiegatizi per il padre) meno di un anno fa. Ha finalmente trovato lavoro nel suo settore di laurea e le piace.
Ovviamente è precaria anche lei.
Ovviamente se sei precario, pur di accaparrarti un posto quanto meno "semifisso" decidi di farti un c**o a grattacielo (perchè a capanna sarebbe riduttivo) anche non pagata.
Mi dice che è stanca morta, che ha la camera e lo studio uno schifo ma non riesce a pulire perchè nel we proprio non ce la fa. E dire che lei vive ancora a casa coi suoi ma tant'è.
Le rispondo "perchè credi che io sia socialmente morta? lavorare 8 ore al giorno, gestire una casa e magari andare pure in palestra ti fa passare qualsiasi voglia di fare qualcosa nel weekend".
Mi risponde che ho ragione, che anche lei ora fatica, pur uscendo comunque quasi tutti i weekend a differenza della sottoscritta.
La mia mente vola a qualche anno fa quando ero single ma soprattutto a casa di mamma.
Una nostra amica era andata a convivere col suo ragazzo, io sono molto amica anche della sorella del ragazzo in questione e spesso capitava di uscire insieme.
Regolarmente quando si organizzava la neoconvivente si faceva viva all'ultimo (tipo alle 20 del venerdì o sabato in questione) e tirava il pacco. Dava fastidio. Non tanto a me quanto alla sua ormai ex cognata ma in ogni caso anche a me sembrava un comportamento eccessivo.

Ora la capisco.
Ora mi rendo conto che tra lavoro, casa, Fidanzato, palestra e tutto ciò che ne concerne ho talmente tanto da fare che l'ultimo dei miei pensieri al venerdì sera alle 20 è quello di lavarmi, truccarmi e tirarmi per uscire a far baldoria.
Probabilmente "Ex Cognata" ora penserà le stesse cose che pensava di lei visto che è capitato pure a me di tirare bidoni all'ultimo causa stanchezza e zero voglia. Che dire.
Non mi interessa.

Annunci

One thought on “si cresce, si cambia ma il tempo resta sempre quello: 24h al giorno

  1. … non sono più disperso….riprendo da dove ho lasciato.Credo sia un po' la "maledizione" di avere una casa propria.Non è più una House, diventa una Home.Io, a 30 anni circa sono andato a vivere da solo.Prima , tutte le sere andavo a bivaccare al bar, con gli amici.quando ho avuto la mia casa con i miei spazi, mi sono accorto che andare al bar a vedere i soliti 4 sfigati, a parlare delle solite 4 cose, mi dava la sensazione di perdere tempo.E allora, spesso rimanevo a casa, ad ascoltare un po' di musica (finamente) a d alto volume, oppure a leggere un buon fumetto.Credo che, aldilà della fatica, ci sia anche questo….

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...